Circolare 03/2021

420
Circolare 03-2021

Carissimi,

siamo nel pieno della Quaresima. A fine mese entreremo nella Settimana Santa, ma sempre con cerimonie sobrie, lontane dai tradizionali e spesso toccanti riti. È un digiuno liturgico che ci accompagna da un anno e sembra duri ancora per un certo tempo. Ma non scoraggia la fantasia e l’iniziativa dei volontari nelle nostre Comunità, come hanno documentato gli incontri virtuali con i presidenti dei Consigli Pastorali e degli operatori della catechesi.

Presentato alle Comunità il RIM 2020: torna la pastorale. Su iniziativa della Delegazione e del Corriere d’Italia, in occasione del 70° di vita della testata, è stato presentato martedì 9 febbraio, in videoconferenza e in diretta su YouTube, il Rapporto Italiani nel Mondo 2020 (RIM) della Migrantes, giunto alla 15.ma edizione. Chi non ha avuto modo di partecipare, può riascoltarla sul canale youtube del CdI (https://www.youtube.com/watch?v=ktPD3SQa8SQ). Nel mio breve intervento di saluto (in allegato il testo scritto, che non ho letto per dare più spazio al dibattito), nel nuovo RIM ho apprezzato in particolare la terza parte, dedicata al tema del Convegno Europeo di Roma del 9-12 novembre 2021 su “Gli italiani in Europa e la missione cristiana” (il tema del convegno che doveva tenersi nello scorso autunno e che la pandemia ha fatto slittare). Il rapporto apre alla pastorale, tornano gli interventi dei teologi, un aspetto che dovrebbe stimolare l’attenzione al RIM delle nostre Comunità, sempre molto interessate e sensibili ai libri di spiritualità, teologia e pastorale, meno ai volumi scientifico-culturali, anche se specificamente mirati alla mobilità dei connazionali, compresi quelli in Germania.

L’incontro Nazionale degli operatori della catechesi – Le catechiste ed i catechisti delle nostre Comunità sono molto interessati ad incontrarsi, per conoscersi, avere uno scambio di idee e di esperienze, dibattere sui temi della trasmissione della fede ai piccoli ed ai grandi, anche in tempo di pandemia, sia pure solo in modo virtuale, come il formato della videoconferenza di venerdì 12 febbraio. Introdotta dall’intervento di Raffaele Garofalo, catechista di Colonia e rappresentante dei giovani nel Consiglio di Delegazione, e guidata dalla giornalista Paola Colombo (Udep/Delegazione), questa riunione nazionale ha subito evidenziato l’ampia partecipazione (oltre 53 le connessioni), l’apprezzamento dell’iniziativa, la vitalità della catechesi nelle Comunità, l’esigenza di una ulteriore formazione, la gioia dell’impegno e del volontariato, la necessità di altri incontri, più mirati, differenziati sulla base dei settori di intervento: la catechesi ai bimbi ed ai ragazzi (confessione e prima comunione) agli adolescenti ed ai giovani (cresima), agli adulti (preparazione dei genitori al battesimo e delle coppie al matrimonio). Qui la relazione del catechista Raffaele Garofalo.

Gli Esercizi Spirituali virtuali: funzionano – Lo scorso anno eravamo riusciti a farli ancora dal vivo, sia pure per un soffio. Solo il relatore aveva avuto qualche problema col volo del rientro in Italia. Gli Esercizi Spirituali, con cui apriamo la prima settimana della Quaresima, quest’anno sono stati virtuali: siamo stati costretti a farli a casa o in ufficio, o soli in un convento, in ogni caso davanti allo schermo del computer, al display del tablet o del cellulare. Senza la fatica del viaggio e le spese della partecipazione, ma anche senza la gioia dell’incontro di persona e della preghiera comunitaria. Non è mancato invece il cuore degli Esercizi, la meditazione del relatore: lo stimolo spirituale che illumina e tonifica dentro, irrobustisce il cammino della fede e l’impegno pastorale. Il biblista Fernando Armellini ha affrontato il tema “…come io vi ho amato”, esemplificando il rapporto di Gesù con la famiglia, i discepoli, i malati, i peccatori, le istituzioni religiose e politiche. Sul sito internet della Delegazione (www.delegazione-mci.de) trovate le dispense e l’audio di tutte le meditazioni, sul sito www.tonino.de anche la registrazione video.

Zona Sud: i risultati del sondaggio diocesano. Sono ora noti i risultati del sondaggio che la diocesi di Rottenburg-Stuttgart ha fatto nei mesi scorsi sulle Comunità d’altra madre lingua al fine di un aggiornamento delle linee pastorali in vigore da oltre 14 anni. Si legga l’intervista a Thomas Raiser Il progetto Evaluation di queste linee, svolto tra l’aprile del 2020 fino a questo mese e affidato alla Kth. Hochschule di Freiburg, sul cui sito (https://www.kh-freiburg.de/kgam) ora è possibile leggerne l’ampio studio conclusivo, ha coinvolto quasi duemila persone, tra cui le nostre Comunità, che ne avevano parlato nel convegno di zona di novembre e più volte erano state invitate a rispondere al sondaggio. In Germania, secondo i dati della DBK del luglio scorso, ci sono 3.6 milioni di cattolici con almeno un’altra nazionalità, il 15,3% di tutti i cattolici della chiesa in tedesca. In molte diocesi, come a Mainz e Berlino, sono in corso profonde ristrutturazioni pastorali e le Comunità d’altra madre lingua ne sono pienamente coinvolte. Con quale futura configurazione, con quale nuova collocazione? I risultati di questo sondaggio daranno sicuramente un contributo, come contribuiranno alla preparazione della Conferenza di maggio della Commissione Ausländerseelsorge della DBK.

L’11 marzo Incontro Nazionale dei Cori – “La musica e il canto hanno un ruolo molto importante nelle nostre Comunità, specialmente durante le celebrazioni liturgiche”, scrivo in apertura della lettera inviata nei giorni scorsi (in allegato) per invitare i responsabili del settore (direttori di coro, coristi, organisti) al loro primo Incontro Nazionale, che avrà luogo giovedì 11 marzo, dalle 19.00 alle 20.30, in videoconferenza sulla piattaforma Zoom per i noti problemi della pandemia. Aprirà e guiderà i lavori la giornalista Paola Colombo, responsabile dell’ufficio Udep della Delegazione e membro del coro del duomo di Francoforte. Tonino Caponegro, del Consiglio di Delegazione, organista e direttore del coro giovanile di Mainz, curatore del nostro libro dei canti “Laudate Dominum”, completerà l’introduzione ai lavori con la propria competenza musicale e l’indicazione dei sussidi della Delegazione. Seguiranno gli interventi dei partecipanti, con la presentazione del proprio coro e le iniziative in corso nella Comunità per la preparazione della Pasqua, la seconda del tempo pandemico.

Messaggio del Papa per la Giornata del Migrante 2021– Domenica 26 settembre 2021 si celebrerà la 107ª Giornata mondiale del Migrante e del rifugiato. Il Papa ha scelto come titolo per il suo tradizionale messaggio “Verso un ‘noi’ sempre più grande”, ispirandosi al suo appello a far sì che “alla fine non ci siano più ‘gli altri’, ma solo un ‘noi’” (Fratelli tutti, 35). Il Dicastero per il Servizio dello sviluppo umano integrale, nella notizia data il 27 febbraio, spiega che “questo ‘noi’ universale deve diventare realtà innanzitutto all’interno della Chiesa, la quale è chiamata a fare comunione nella diversità”. Il messaggio, suddiviso in sei sotto temi, riserva un’attenzione particolare alla cura della famiglia comune, la quale, assieme alla cura della casa comune, ha come obiettivo quel ‘noi’ che può e deve diventare sempre più ampio e accogliente”. Per favorire un’adeguata preparazione alla celebrazione di questa giornata, anche quest’anno la Sezione migranti e rifugiati del Dicastero ha allestito una campagna di comunicazione attraverso la quale verranno elaborati i sei sottotemi proposti dal Messaggio. A cadenza mensile, saranno proposti sussidi multimediali, materiale informativo e riflessioni di teologi ed esperti che aiuteranno ad approfondire i vari aspetti della tematica.

Acquasanta Terme: attivo il Centro ricostruito con la nostra colletta. In occasione dell’incontro della Zona Nord (2 febbraio), don León (Mci Moers) aveva chiesto informazioni sul contributo di 60 mila euro mandato alla Diocesi di Ascoli Piceno nel settembre del 2017 per la ricostruzione del Centro ad Acquasanta Terme. Non avendo poi seguito da vicino l’evolversi della situazione e non avendo più avuto informazioni dirette, ho ripreso ora i contatti e l’ufficio ricostruzione post-sisma così mi ha risposto il primo marzo: „Gentile p. Tobia, la ringraziamo per la vicinanza che avete dimostrato verso la nostra Comunità colpita dal sisma del 2016. Purtroppo, a causa di lungaggini burocratiche e peripezie di vario genere, non ultima la crisi pandemica, la ricostruzione tarda a compiersi. Comunque, venendo all’argomento oggetto della mail, posso comunicarvi che il Centro Comunitario ‘San Luigi Orione’ di Acquasanta Terme, anche grazie al vostro contributo, è stato inaugurato il 30 settembre 2018 e, da quel momento, ospita le attività parrocchiali della Comunità di Acquasanta Terme, nonché la sede della ‘Croce Verde Ascoli Piceno – Sezione di Acquasanta Terme’, che tanto si sta adoperando per fornire un supporto attivo alla popolazione, con attività poste a tutela della salute pubblica, in contrasto al Covid-19. Nei Link seguenti, troverete alcune delle informazioni inerenti il Centro San Luigi Orione e, in particolar modo, i video dei lavori e dell’inaugurazione, informazioni pubbliche sul giorno dell’inaugurazione, i profili facebook della Parrocchia e della Croce Verde. URL Video Lavori in corso: https://www.facebook.com/714448928670462/videos/478769985968977/?t=3  URL Video lavori terminati: https://www.facebook.com/714448928670462/videos/549664968819433/  Alcune informazioni pubbliche sull’inaugurazione: https://www.donorioneitalia.it/2018/10/acquasanta-terme-nuovo-centro-polivalente-parrocchiale/;http://www.farodiroma.it/inaugurato-dal-vescovo-dercole-il-nuovo-centro-polivalente-don-orionedi-acquasanta-grande-festa-e-partecipazione-della-comunita/; https://www.ansa.it/sisma_ricostruzione/notizie/2018/09/30/sismanuovo-centro-parrocchia-acquasanta_3c98ae78-c931-4fba-9804-63ddb0206606.html. Link ‘Croce Verde Ascoli Piceno – Sezione di Acquasanta Terme’ https://www.facebook.com/pages/category/Nonprofit-Organization/Croce-Verde-Ascoli-Piceno-sezione-Acquasanta-e-Arquata-del-Tronto-701073393364481/. Grazie per il sostegno e per la cortese vicinanza”. Passate pure queste informazioni a tutti coloro che hanno partecipato alla colletta.

Lourdes. “Per il pellegrinaggio a Lourdes – mi scrive il 10 febbraio don Gregorio Aiello – vista l’impossibilità di organizzare eventi comunitari, quest’anno non ho preso alcun contatto col servizio pellegrini del Santuario. Mancano ormai giusto tre mesi alla tradizionale data del nostro pellegrinaggio a ridosso dell’Ascensione, ma non abbiamo ancora nessuna certezza sulla ripresa della vita sociale con possibilità di contatto fisico, perciò credo che non valga la pena organizzare qualcosa per quest’anno”. Se le cose miglioreranno e saranno possibili i pellegrinaggi, ogni Comunità si organizzi in modo autonomo. Senza programmi comuni. Se ci saranno novità, per esempio di poter organizzare un momento comunitario, lo comunicherò successivamente.

Ricerca sociolinguistica. La dr.ssa Caterina Ferrini PhD, dell’Università Telematica degli Studi IUL di Firenze, ha avviato una ricerca sulla lingua della Chiesa, che ha presentato nella videoconferenza della Migrantes del 26 febbraio sull’italiano come lingua di comunione. Ci invia il link al questionario sociolinguistico (https://forms.gle/LMcEiiwJk9dCnwBT8), di cui chiede la diffusione tra gli italo-tedeschi delle nostre Comunità. Comunicherà i risultati quando avrà potuto avere un numero considerevole di persone. Per contatti con la professoressa: https://www.iuline.it/docente/ferrini-caterina/, Mob. +39 3925748360. Skype: caterina.ferrini https://berthe-jean.academia.edu/CaterinaFerrini. È una ricerca che sicuramente ci interessa molto, per poter capire dove dobbiamo cambiare la nostra capacità di comunicare il vangelo, che spesso non arriva ai destinatari perché mediato da un linguaggio teologico già complicato per gli stessi esperti, o lontano da mondo della lingua oggi usata.

L’incontro annuale della DBK sulla illegalità – Giunge quest’anno alla 16.ma edizione la Jahrestagung Illegalität della DBK, anche se la conferenza si terrà non di presenza ma solo online per la pandemia. Avrà luogo nei giorni 9 e 10 marzo e riprende il tema di quello dello scorso anno, annullato all’ultimo momento per l’arrivo del coronavirus. Come punti centrali verranno discussi la visibilità, la rappresentanza e la partecipazione delle persone illegali dal punto di vista del soggiorno. Maggiori informazioni sul sito del Foro Cattolico “Vivere nella illegalità” https://forum-illegalitaet.de/jahrestagung-und-veranstaltungen/

Iniziative quaresimali. Alla “Lectio divina” dei venerdì di Quaresima (ore 19.00-20.00), a cura del biblista don Marwan Youssef (links di accesso al sito della Delegazione), si aggiunge una iniziativa della Comunità di Bad Homburg, che offre un momento di riflessione e di preghiera con una “Via Crucis virtuale”: tutti i venerdì, alle 20.30, sulla piattaforma Zoom. Ogni appuntamento è dedicato ad una figura (come Pietro, Giuda, la Madonna, Pilato) o ad un avvenimento della vita e della passione di Gesù, e si conclude con la spiegazione del missionario di Bad Homburg don Danilo Dorini e l’ascolto di un brano musicale. Le date sono: 5.03, 12.03, 19.03, 26.03. Cliccare qui per l’accesso.

MigrantiPress di febbraio. Il globo terrestre con la mascherina: è l’immagine della copertina con cui si apre Migranti Press di febbraio, il mensile spedito dalla Migrantes anche a tutte le nostre Comunità. Si apre in effetti con un editoriale sul linguaggio al tempo della pandemia, a cura del caporedattore Raffaele Iaria. Il primo piano è dedicato al recente “Festival della Migrazione” sul tema del viaggio, che si è svolto in modalità online e che nei tre giorni del Festival ha avuto oltre 25mila contatti. Altri articoli: i migranti africani si mettono in gioco, il tema dei rifugiati, un servizio sui corridoi umanitari per studenti universitari, il Rim Junior della Migrantes nato per raccontare le migrazioni italiane ai ragazzi, il missionario italiano in Brasile p. Nazareno Lanciotti ucciso venti anni fa, la visita del neo-cardinale Paolo Lojudice ai circensi fermi a Siena a causa della pandemia. Viene poi ripreso dal CdI e dal sito della Delegazione l’articolo di Manuela Martins sulla Casa San Antonio di Francoforte, che accoglie i nuovi arrivati senza una abitazione e senza un lavoro.

La Scuola di Teologia biblica ha ripreso le lezioni sabato 27 febbraio. Il biblista don Marwan ha sviluppato il tema “Pasqua e Azzimi”, concludendo che l’ultima cena di Gesù con gli apostoli fu una cena di addio, non una cena pasquale. La dispensa è disponibile sul sito della Delegazione. Le prossime lezioni saranno sabato 15 maggio e sabato 12 giugno, in videoconferenza e aperte a tutti. Per ulteriori informazioni vai qui. Questa possibilità ha aumentato il numero dei corsisti.

Decessi. Venerdì 12 febbraio è deceduta la mamma di don Pierluigi Vignola, missionario ad Amburgo e Coordinatore delle Zona Nord. A lui le nostre più vive condoglianze, accompagnate dal ricordo nella preghiera.

Il primo marzo è deceduta la mamma di don Gianni De Robertis, Direttore Generale della Migrantes. Il funerale ha avuto luogo questa mattina, nella chiesa San Marcello di Bari. Gli siamo spiritualmente vicini, con le nostre condoglianze e la nostra preghiera.

Assunzioni. Alla Missione di Francoforte Centro nei prossimi mesi vanno in pensione la segretaria Paola Quattrocchi e la collaboratrice pastorale Maria Manuela Martins. Chi è interessato o conosce persone adatte a questi ruoli, può prendere contatto con don Matteo per maggiori informazioni.

Dopo domani, venerdì 5 marzo, è il “Weltgebetstag der Frauen”, una iniziativa ecumenica di base che collega le donne cristiane di 150 paesi, quest’anno sul tema “Worauf bauen wir?”, per aiutare le donne dell’isola Vanuatu del Sud Pacifico. La pandemia costringe a sospendere le abituali iniziative (incontri di preghiera e cene sociali, per raccogliere offerte per progetti specifici) ed a viverla solo online, su Bibel TV (liturgia alle ore 19.00) e sul sito Home – Weltgebetstag der Frauen. Auguro che sempre più siano le donne delle nostre Comunità coinvolte in questa iniziativa di solidarietà.

Ricordando ai ritardatari di spedire entro fine mese la scheda sui dati del 2020, ed allegando la lettera pastorale per la Quaresima (in italiano) del vescovo di Mainz dr. Peter Kohlgraf, auguro a tutti una buona continuazione della Quaresima e pazienza nell’attesa del proprio turno per la vaccinazione.

Cari saluti e buon lavoro quaresimale.

P. Tobia Bassanelli, Delegato

ps: stampare e passare la circolare a tutti i collaboratori della Comunità