Circolare 05/22

489

Carissimi,

siamo entrati nel mese di maggio, il mese che la tradizione cristiana dedica in modo particolare alla Madonna e durante il quale iniziano le celebrazioni più importanti che in genere stanno alla fine dell’anno pastorale: le prime comunioni, le cresime, i matrimoni. La liberalizzazione delle norme anti covid, ci permette finalmente funzioni meno ingessate.

Don Gianni De Robertis in Germania. Dopo aver partecipato dal 22 al 24 aprile 2022 a Monaco di Baviera al Convegno Europeo dei Sinti e Rom, lunedì 25 il Direttore Generale della Migrantes don Gianni de Robertis ha raggiunto Francoforte, ospite di don Matteo, dove è stato fino a venerdì 29, giorno del rientro a Roma. Martedì 26 abbiamo fatto visita al missionario di Limburg don Gregorio Milone, nuovo Delegato dal primo di luglio, con cui c’è stato un interessante scambio di idee sulla situazione e sul futuro delle nostre Comunità. Nel pomeriggio siamo stati alla Missione di Wiesbaden, da don Giuseppe Cagnazzo, prossimo coordinatore della Zona Centro. Nella mattinata di venerdì don Gianni ha visitato la nuova sede della Delegazione, dove ha rilasciato una intervista a Paola sui suoi 5 anni alla direzione della Migrantes, carica che in questo mese volge al termine. Vorrebbe tornare nella sua diocesi, a lavorare in parrocchia. Aveva aperto il suo mandato visitando la Germania, lo conclude con un’altra visita a noi, della quale siamo evidentemente molto riconoscenti.
Intervista a don Gianni De Robertis.

Incontro dei Delegati/Sprecher delle Comunità d’altra Madre lingua. Convocati dal Nationaldirektor Lukas Schreiber, si sono incontrati martedì 4 maggio a Francoforte, presso Haus am Dom, i Delegati e gli Sprecher delle Comunità d’altra madre lingua in Germania. Molteplici i temi affrontati. Schreiber ha informato sulle recenti attività della XIV Commissione della DBK, i Delegati sulle novità nei propri Gruppi Nazionali, interventi che hanno preso la maggior parte del tempo. Sottolineate in particolare le informazioni relative il personale e le Comunità dopo due anni di pandemia. Ovunque la ripresa è difficile e non scontata. La VDD continuerà a sostenere le pubblicazioni delle Delegazioni, ma è previsto un maggior controllo sull’utilizzo del contributo. Circa il Bundespastoralrat ci si è chiesti quale futura configurazione dovrebbe avere (ad oggi si incontra solo per eleggere i tre rappresentanti nel Zentralkomitee). Circa la Kirchensteuer si sta pensando a un volantino plurilingue per spiegarla meglio ai propri parrocchiani. Era l’ultima mia partecipazione a questo gremio, da cui mi sono congedato.

La prossima settimana i Convegni di Zona. Lunedì 9 maggio, con inizio alle ore 9.30, si incontra in videoconferenza la Zona Sud. Questi alcuni punti all’ordine del giorno: il Katholikentag, l’incontro con il vescovo G. Fürst, info dal Diözesanrat e dal Priesterrat. Segue martedì 10 maggio la riunione della Zona Nord, pure in videoconferenza, dalle ore 10.00, sul tema della Sinodalità, come in particolare deve essere vissuta tra le Comunità. Questo è anche il tema principale dell’incontro della Zona Centro, che sarà dal vivo mercoledì 11 maggio presso la missione di Mainz, partendo dalle riflessioni di p. Legrand (vedi CdI di marzo e sito della Delegazione). Di presenza sarà pure l’incontro della Baviera, che avrà luogo giovedì 12 maggio presso la Comunità di Neu Ulm: inizia come sempre con la recita delle lodi e la s. messa, chiude con l’ora media e successivo pranzo, ed è pure focalizzato sul tema della sinodalità nei rapporti con la chiesa locale. Per prepararsi agli incontri allego l’articolo del prof. Marcello Neri dal titolo “Affinché la parola circoli: comunità e sinodalità”, pubblicato recentemente su Settimana News.

Il 20-21 maggio il Convegno Nazionale Laici. Ora il programma è completo. La relatrice al Convegno Nazionale dei Laici volontari, spostato come sapete al 20-21 maggio, ha confermato la sua partecipazione. Si tratta della teologa Donata Horak, docente presso la Scuola Diocesana di Formazione Teologica di Piacenza, che interverrà sabato mattina sul tema “Per una Chiesa sinodale: comunione, partecipazione e missione”, l’argomento del Sinodo Universale che ha già concluso la prima fase (la consultazione della base ecclesiale in tutte le diocesi del mondo) e che si concluderà nell’autunno del prossimo anno con l’incontro dei vescovi sinodali a Roma, per trarre le conclusioni dopo la consultazione delle conferenze episcopali continentali nella seconda tappa del Sinodo. Come vedete dall’allegato programma è un Convegno “concentrato”: la vigilia ci si trova per rinfrescare i vecchi contatti e preparare le domande sulla tematica, e il giorno dopo per l’ascolto della relazione e l’approfondimento, il tutto nell’ambito di una mattinata.

Le nostre Comunità al Katholikentag. L’incontro dei cattolici in Germania si tiene quest’anno a Stoccarda dal 25 al 29 maggio, ospiti della diocesi Rottenburg-Stuttgart, al motto “Leben teilen – condividere la vita”. Il programma completo lo trovate al sito www.katholikentag.de. Qui ricordo la festa introduttiva (Abend der Begegnung) di mercoledì 25 dalle 17.00 alle 22.00 alla Karlsplatz e la partecipazione alla messa dell’Ascensione di giovedì 26, alle ore 10.00, con il vescovo Gebhard Fürst, preceduta dai pellegrinaggi delle Comunità d’altra madre lingua. Gli italiani partono dalla Königstr.1a: arrivi e snack alle 8.00; partenza del pellegrinaggio alle ore 8.30, che si conclude con saluto sul palco alle altre Comunità e preparazione della messa. La Zona invita ad iscriversi entro il 13 maggio presso la Comunità di appartenenza, per chi viene da fuori dal Coordinatore di Zona don Désiré. Si spera di raggiungere almeno a un migliaio di presenze di cattolici d’altra madre lingua. Per ulteriori informazioni (stand con gli italiani, ecc.) rivolgersi a Sonia (0711 55346568).

Premiazione del concorso giovanile. Avrà luogo mercoledì 18 maggio, alle ore 19.00 in videoconferenza, con la premiazione dei vincitori, la conclusione del concorso musicale e video per i giovani promosso su iniziative di don Léon Vélez Granada (Comunità di Moers) in collaborazione con l’ufficio Udep della Delegazione (vedi anche CdI di maggio), sul tema “La fede nella tua vita”. Verranno premiati Assunta Garofalo per la canzone “Senza se”, il Gruppo Xroads (Chiara Galli, Camillo Cervigni, Luca Aquilani, Nicolò Impronta e Sofia Brusegan) che ha partecipato con la canzone “Prendici per mano” e Lina D’Adamo presente con “Perché soli non si è mai”. Sul CdI di maggio trovate una breve intervista bilancio del promotore don Léon, che sottolinea come la pandemia, che ha sospeso attività e incontri, non ha certamente aiutato l’iniziativa. La videoconferenza di premiazione è aperta a tutti e sul sito della Delegazione si trova il link per la connessione.

18 maggio – Premiazione del concorso video e musica 2021 “La fede nella tua vita”. Link di connessione | Delegazione-mci

Usciti gli Atti del Convegno delle MCI in Europa. Per la copertina è stato scelto il verde e come foto la base di un albero molto ramificato sul terreno, a commento del sottotitolo “Radici che non si spezzano ma che si allungano ad abbracciare ciò che incontrano”. Il volume (220 pagine) degli Atti del Convegno Europeo, tenuto a Roma dal 9 al 12 novembre 2021 sul tema „Gli italiani in Europa e la missione cristiana” è arrivato in Delegazione prima di Pasqua ed abbiamo subito iniziato la distribuzione, partendo dai partecipanti ed estendendola anche alle Comunità assenti. Ritengo che sia un „vademecum” molto importante e prezioso: contiene tutte le relazioni, dalla presentazione di mons. Perego e l’introduzione di don De Robertis, al discorso del Santo Padre, le relazioni del Card. Arborelius, di p. Grasso, di mons. Kockerols, mons. Perego, don Xeres, le testimonianze di Cinzia Monari, Domenico Zago, Lorenzo Mannelli, i lavori degli 8 Gruppi di studio, le omelie e le meditazioni bibliche, l’appendice sul Rapporto Italiani nel Mondo 2021 che ha aperto i lavori.

Deceduto don Fausto Urgu. Nella mattinata del 13 aprile è deceduto nella sua abitazione don Fausto Urgu, per un improvviso malore mentre si preparava per un controllo. Ma già da alcuni giorni non stava bene, e non solo a causa del diabete. Nato il 9 agosto del 1946 a Montecatini (Pistoia), don Fausto è stato ordinato sacerdote il 3.12.1972 ad Alessandria. In diocesi ha svolto il suo primo lavoro pastorale come viceparroco a Felizzano (1972-1977). In Germania è venuto nel 1977, alla Missione di Wiesbaden, come collaboratore di p. Mario Salon dal 15 settembre fino al primo aprile del 1980, quando la diocesi di Limburg lo nomina rettore. Oltre alla pastorale ordinaria, ha curato molto quella negli ospedali e nelle carceri. Ha avuto sempre una grande attenzione per le persone più fragili. Dopo il pensionamento (2014), è rimasto come “Subsidiar” a Wiesbaden, aiutando i suoi successori: Pfr. Stephan, P. Vincenzo e don Giuseppe. Nonostante i problemi di salute, don Fausto ha continuato a garantire la vicinanza ai parrocchiani e l’aiuto pastorale. Ha curato la collaborazione con la parrocchia locale anche con intensi contatti personali e la partecipazione alla Priestergemeinschaft. Il funerale ha avuto luogo venerdì 22 aprile, nella chiesa St. Andreas di Wiesbaden, affollatissima, la tumulazione delle ceneri lunedì 2 maggio al Südfriedhof della città.  Lo ricordiamo nella preghiera.

Il funerale di p. Corrado Mosna in Italia: ha avuto luogo mercoledì 27 aprile, presso la chiesa parrocchiale di Baselga del Bondone (Trento), suo paese di residenza, dove è stato sepolto. Ha presieduto la messa p. Brunet (in allegato l’omelia), presenti altri 16 confratelli dehoniani. Questo un estratto dalla testimonianza di p. Pierino Natali, ex-missionario a Lippstadt: “Partito per la Germania, con il suo carattere sereno, aperto e decisionale, si immerse nella pastorale con gli italiani all’estero. Per molti anni è stato Direttore del settimanale “Il Corriere d’Italia”. Ha portato avanti molte battaglie per l’integrazione degli Italiani in Germania. Il suo modo di dialogo, molto avvincente e professionale, lo rese simpatico a tutti: missionari, confratelli, cittadini sia italiani che tedeschi. Animatore di varie Missioni, come pastore e sacerdote; fu amico del card. Lehmann, presidente della Conferenza Episcopale Tedesca. Collaborò molto con la chiesa tedesca. Padroneggiava bene la lingua tedesca. Con il suo brio rallegrava gli incontri della “Comunità Territoriale” Dehoniana, quando eravamo 6 sacerdoti-missionari. Negli incontri era portatore di fiducia, speranza, e ottimismo! Era contento del suo lavoro e della sua dedizione alle Missioni. Esempio anche nella sofferenza. Ha superato con fiducia il periodo di tumore alla gola e non si è mai risparmiato nel suo servizio. Anche da pensionato, è sempre stato disponibile”.

In breve

Sechster Katholischer Flüchtlingsgipfel: ha avuto luogo il 3 maggio a Erfurt. Nella prima parte l’incontro ha affrontato il tema della situazione dei rifugiati dall’Ucraina. Nella seconda parte ha discusso sul tema „Integration gemeinsam gestalten“. Per l’occasione la DBK ha pubblicato il sussidio “Anerkennung und Teilhabe – 16 Thesen zur Integration”, che si può scaricare dal sito www.dbk.de alla voce Publicationen. In allegato il comunicato stampa dell’incontro. 

Falsa E-mail. Ricordo la comunicazione che ho fatto il 27 aprile, passando la messa in guardia della Migrantes circa la e-mail giunta in molte Missioni sull’arrivo di mons. Perego per incontri o visita alla Comunità. È una falsa e-mail, una fake news, un abuso del suo nome, totalmente da ignorare, anzi, da cancellare.

Due seminaristi. La Migrantes informa che due seminaristi sono disponibili per l’estate ad una esperienza in Germania nelle nostre Comunità. Chi è interessato si metta in contatto con il Direttore Generale don Gianni De Robertis, tel. 0039 06 661790 20

La FISC (Federazione Italiana Settimanali Diocesani) informa che Stefano Proietti chiede di far giungere a www.unitineldono.it  le storie quotidiane dei sacerdoti delle nostre diocesi, come pure i racconti significativi di donatori. Si tratta di continuare ad alimentare quel filone di testimonianza che le nostre testate presentano in ogni loro numero ma anche di condividere, secondo lo stile sinodale che sta caratterizzando questo tempo della Chiesa italiana, esperienze importanti per i singoli territori ma che possono rappresentare un riferimento anche per altre realtà. Potrete farlo scrivendo a redazione@unitineldono.it. Per contatti diretti, chiamare il 0039 349 2762882.

Schede rilevamento 2021. Dovevano arrivare entro il 30 aprile, ma, visto che tutto sta slittando, verranno accettate anche quelle che giungono in ritardo. Prego le Comunità che non hanno ancora provveduto, di inviare la scheda entro le due prossime settimane. Grazie per la collaborazione.

Ha fatto il testamento? Era la domanda di rito del Decano al parroco, in occasione della sua visita “amministrativa” prima della visita “pastorale” del vescovo. Alcuni recenti decessi hanno lasciato disorientati familiari e colleghi, in assenza di indicazioni precise sul “dopo”, almeno circa quello terreno. Chi non sa dove depositare le ultime volontà, in Delegazione abbiamo un “Ordner” che – in aggiunta a quelli con i dati personali o della vita della Comunità – ospita i testamenti dei sacerdoti attivi nelle nostre Missioni.

Solidarietà con l’Ucraina. Nelle Comunità sono in corso molteplici azioni di aiuto e con solidarietà con l’Ucraina e con i profughi in arrivo. La Delegazione è interessata a conoscere queste iniziative, anche per segnalarle. Corriere d’Italia di maggio e sito della Delegazione già presentano tre significative esperienze.

Dove e come arriva l’aiuto alla popolazione ucraina – Tre storie dalle comunità | Delegazione-mci

Auguro un bel mese di maggio, chiedendo alle Comunità che riprendono i pellegrinaggi a Lourdes (in allegato nuovamente il programma) di ricordarci tutti a Maria. Invito poi a valorizzare al massimo gli appuntamenti di questo mese, in particolare: gli incontri di Zona della prossima settimana, il Convegno Nazionale dei Laici, il Katholikentag di Stoccarda, con il grande coinvolgimento e la visibilità che questa edizione vuole dare alle Comunità d’altra madre lingua.

Padre Tobia Bassanelli
Delegato