Circolare 10/21

56

Carissimi,

iniziamo il mese di ottobre, il mese missionario e dedicato al rosario, con i Convegni di Zona finalmente anche dal vivo (esclusa la Zona Nord, per un imprevisto) e che vogliamo dedicare ad una riflessione approfondita sul tema del Convegno Europeo del 9-12 novembre a Roma: “Gli italiani in Europa e la missione cristiana”.

Incentrato sulla Chiesa il programma della scuola di teologia. La Commissione Formazione, in due incontri in videoconferenza, ha definito il programma della Scuola di Teologia per il nuovo anno pastorale 2021-2022. È incentrato sulla Chiesa, a partire da come si è articolata nella comunità primitiva, fino ad arrivare ai nostri giorni, passando dal Vaticano II. Verrà svolto in 4 sabati, in videoconferenza, in due sessioni (mattino e pomeriggio), seminati lungo l’anno pastorale. È stato presentato da Paola al Consiglio di Delegazione, che lo ha approvato. Al momento stiamo contattando i docenti proposti (P. Fernando Armellini, Don Renato Roux e Prof. Marcello Neri), per verificare la loro disponibilità e concordare le date delle lezioni. Il tema scelto è molto attuale, in considerazione anche del Synodaler Weg in corso qui in Germania, del cammino sinodale avviato anche in Italia e di quello della Chiesa universale, che Papa Francesco aprirà ufficialmente domenica 10 ottobre (vedi scheda allegata; a questo link http://www.settimananews.it/sinodo/sinodo-caso-serio-della-chiesa/ il discorso di presentazione del Sinodo al clero e ai fedeli di Roma)

Riunito il Consiglio di Delegazione. Il Consiglio di Delegazione ha ripreso le riunioni dal vivo. Per permettere una presenza virtuale a chi era impedito, l’incontro del 20-21 settembre 2021 ad Aschaffenburg, presso la sempre molto ospitale Fraternità di Betania, si è tenuto in forma ibrida. Per la prima volta ha partecipato, sia pure da remoto, il presidente delle Acli Germania Duilio Zanibellato: nel suo intervento ha presentato l’attuale situazione del movimento aclista in Germania (12 circoli), del patronato (in 9 città), dei problemi e delle prospettive future. Il Consiglio ha ascoltato le informazioni dei Coordinatori di Zona e delle Commissioni Giovani e Formazione. Ha approvato il programma sulla scuola di Teologia presentato dalla Commissione Formazione, incentrato sulla Chiesa (vedi sopra), con uno scambio di idee sul titolo più adeguato da dare a questa iniziativa di formazione. Consiglia di incentrare gli incontri di Zona di questi giorni sul tema del Convegno Europeo, sia per prepararsi bene, sia aiutare l’elaborazione dei due documenti che come Germania presenteremo. Per questo motivo sollecita anche di rispondere al questionario allegato.

Aperto il nuovo anno pastorale. Con le interessanti videoconferenze di mercoledì 23 settembre sulla ripartenza pastorale (con il biblista Simone Paganini e la relazione di don Giuseppe Cagnazzo), di giovedì 24 sulla presentazione del tema “Popolo sacerdotale” (con il biblista p. Fernando Armellini, le relazioni di don Marwan e di Flavia Vezzaro, di presentazione dei documenti del Synodaler Weg sulla vita del sacerdote e sulla donna nella Chiesa), e di venerdì sera 25 con i volontari, abbiamo aperto ufficialmente il nuovo anno pastorale. Allego la breve relazione con cui ho avviato questo Miniconvegno virtuale. Quello tradizionale come sapete è saltato perché sostituito dal Convegno Europeo del 9-12 novembre a Roma. Trovate l’audio di tutti gli interventi sul sito www.tonino.de. Consiglio vivamente di trovare il tempo per ascoltarli. Altrimenti, senza un debito aggiornamento, rischiamo di fare una pastorale vecchia di qualche secolo. Sono grato a coloro che hanno partecipato. Ma potevano essere molto di più, almeno il doppio, anche nell’incontro dei volontari. Sul sito della Delegazione uscirà inoltre una sintesi di alcuni contenuti, i più significativi.

Verso il Convegno Europeo (Roma, 9-12 novembre). A fine settembre sono scadute le iscrizioni al Convegno Europeo e la data per il pagamento della quota di partecipazione. Ma penso che i ritardatari, se si sbrigano in questa settimana, fanno ancora a tempo. Ora deve interessarci una buona preparazione e la piena riuscita del Convegno. A questo scopo, oltre alla riflessione nei Convegni di Zona ed i due documenti della Delegazione, l’ufficio stampa della Migrantes “per una informazione più chiara sulla realtà delle MCI in Europa” chiede ai Delegati “una scheda riassuntiva rispondendo a alcune domane: Quanti sono le Mci nel Vs. Paese? Quanti i sacerdoti impegnati nella Pastorale? Quanti operatori pastorali Laici? Chi sono coloro che frequentano la Mci? Cosa chiedono soprattutto i nuovi arrivati? Ci sono progetti significativi nelle Mci? Il tutto dovrebbe arrivarci entro e non oltre il 15 ottobre per predisporre delle schede per i media”, ci scrive Raffaele Iaria. Scheda che presenterò, ma vorrei avere qualche vostra risposta sulle ultime domande: chi viene da noi, cosa chiedono i nuovi arrivati, e quali progetti vogliamo segnalare. Grazie dell’aiuto.

Avviate le trasmissioni di Radio Mater sulle MCI in Europa. “Gli italiani nel mondo. E la Chiesa con loro”: è il titolo della nuova rubrica mensile trasmessa da Radio Mater l’ultimo martedì del mese, dalle ore 17.30 alle ore 18.30. La prima puntata ha avuto luogo martedì 28 settembre 2021. Il progetto prevede la presentazione della vita nelle Missioni Cattoliche Italiane, soprattutto europee. La prima puntata è stata dedicata alle Comunità in Germania. Vi hanno partecipato il delegato nazionale p. Tobia, Isabella Vergata Petrelli, collaboratrice e ricercatrice di Studi letterari italiani e spagnoli all’università di Mainz, rappresentante delle Comunità di altra madre lingua nel Cammino sinodale tedesco e Paola Colombo, direttrice dell’Ufficio Documentazione e Pastorale della Delegazione. Io ho presentato la struttura e la realtà delle nostre Comunità, Isabella ha parlato del lavoro con i giovani e del Cammino sinodale, Paola dei nostri media e del rapporto con le varie istituzioni. Ha ideato e condotto la trasmissione Massimo Pavanello, sacerdote giornalista della diocesi di Milano. Radio Mater (www.radiomater.org) si può ascoltare in Italia attraverso la radio o la televisione. In tutto il mondo scaricando la app dedicata; oppure all’indirizzo internet  https://www.radiomater.org/it/streaming.htm. La trasmissione del 28 è ascoltabile per intero a questo link: https://www.radiomater.eu/files/trasm_mar_17-30.mp3.

Compie 60 anni la Missione di Karlsruhe. Con la messa dell’11 luglio la Comunità italiana di Karlsruhe (Offenburg e Rastatt) ha aperto ufficialmente l’anno dei festeggiamenti per l’istituzione della Missione. Segnati da diverse iniziative, si concluderanno il 10 luglio 2022, con la partecipazione del vescovo di Friburgo. Per l’occasione è stato realizzato un roll-on esposto per tutto l’anno nella chiesa Unsere Liebe Frau di Karlsruhe e nelle altre chiese dove viene celebrata la messa italiana. È stata realizzata inoltre una immaginetta-segnalibro con alcuni dati significativi riguardanti la Missione, che si può ritirare gratuitamente in chiesa. Ogni mese viene aggiunto un altro roll-on con la storia della Comunità, le foto e le riflessioni delle persone che hanno partecipato alla sua vita. Per questo motivo il missionario don Waldemar chiede “a chi si sente di scrivere anche due righe della propria esperienza con la Missione. Così faremo più viva e più partecipata questa mostra. Se avete le foto o altri ricordi legati alla Missione portatele (poi vengono restituite)”. Sono previsti inoltre due pellegrinaggi: a Roma ed a Friburgo. La data della istituzione della Missione risulta dalla breve relazione fatta da don Pietro Puccinelli il 16 agosto 1961 al Delegato di allora. Tutte le iniziative sottostanno ai condizionamenti del coronavirus. Don Waldemar augura Buon Anno Giubilare” a tutti i parrocchiani, con la speranza “che possa dare la spinta di riprendere le attività dopo tutti i lockdown della Pandemia”.

Cinzia Ficarra, nuova Pastoralreferentin a Stoccarda Centro. La teologia l’ha studiata in Italia, alla Pontificia facoltà teologica San Giovanni Evangelista di Palermo, ma il lavoro pastorale, con possibilità anche di predicare durante le liturgie eucaristiche, l’ha trovato qui in Germania, nella diocesi di Rottenburg-Stuttgart. Dopo un anno di Praktikum a Tubinga e tre anni di Ausbildung a Waiblingen, il 3 luglio Cinzia Ficarra ha ricevuto l’incarico di referente pastorale dal vescovo ausiliare Matthäus Karrer, compito che dal primo di settembre ha iniziato a svolgere nella Comunità italiana di Stoccarda Centro, con p. Daniele Sartori. Succede a sr. Nunzia Danieli che, benchè da diversi mesi pensionata, continua come volontaria ad accompagnare diverse attività nella missione. Come è arrivata Cinzia in Germania e come vede questo suo nuovo compito? Sul sito della Delegazione e sul Corriere d’Italia in una intervista a cura di Paola Colombo, lo sintetizza così: “Dobbiamo pensare a una pastorale che va a cercare le persone, che va incontro alla gente, che va a cercare i giovani, gli adulti, gli anziani: questa è la prima sfida. La seconda è non avere paura di annunciare Gesù, perché a volte noi cristiani, viviamo la fede come una cosa intima, personale, come se ci vergognassimo di essere cristiani. Non aver paura di dire di essere cristiani, di aver incontrato Gesù nella propria vita e di volerlo annunciare e essere credibili per gli altri, non limitarsi alle quattro pareti della chiesa, essere fantasiosi, non aver paura di osare, di inventarsi nuove strade, nuovi progetti, penso che in questo momento di grande oscurità per la chiesa sia la strada: essere testimoni senza paura”.

Intervista alla neo referente pastorale Cinzia Ficarra    

Da gennaio don Todeschini nuovo coordinatore delle Mci in Svizzera. Migrantes online di lunedì 20 settembre informa che don Egidio Todeschini, responsabile della Missione Cattolica Italiana di Schaan-Marbach, è il nuovo coordinatore nazionale delle Comunità Cattoliche di Lingua Italiana in Svizzera per il quinquennio 2022/2026. Lo ha nominato la Conferenza Episcopale Svizzera. Don Todeschini terminerà il suo ministero pastorale nella diocesi di San Gallo e in quella di Vaduz (Principato del Liechtenstein) il 31 dicembre e inizierà il suo servizio di coordinazione per le MCLI il prossimo primo gennaio. «Siamo grati alla Chiesa in Svizzera per questa nomina che conferma l’apprezzamento per le comunità di lingua italiana” e rispettivi operatori pastorali, dice don Carlo De Stasio, attuale coordinatore nazionale. Don Egidio Todeschini, sacerdote della Diocesi di Bergamo, è arrivato in Svizzera nel lontano 1973. È stato sacerdote nelle MCI di Yverdon, Morges, Herisau e Hochdorf. È stato dal 1982 al 1998 Direttore del “Corriere degli Italiani”. Attualmente è coordinatore delle MCLI nella Diocesi di San Gallo. Agli auguri di don De Stasio e della Migrantes, aggiungiamo i nostri, anche per la collaborazione giornalistica che da anni ha con noi, in particolare con il “Webgiornale” di Gross-Gerau ed il “Corriere d’Italia” della Delegazione.

Il 17 ottobre colletta nelle nostre Comunità/Missioni per Papa Francesco. Nelle videoconferenze della Migrantes con i Delegati delle Missioni cattoliche italiane in Europa si è discusso a lungo su quale regalo fare al Papain occasione della udienza che avremo con lui nella mattinata di giovedì 11 novembre 2021, in occasione del Convegno Europeo. Tra le tante proposte, oltre ad alcune pubblicazioni della Migrantes, si è optato per un contributo in denaro, allo scopo di sostenere i suoi progetti a favore dei migranti. In concreto: è stato deciso di destinare al Papa una colletta domenicale delle Comunità. Per la Germania, propongo di destinare a questo scopo la colletta di domenica 17 ottobre 2021, la domenica in cui tutte le diocesi del mondo avviano il Sinodo per “una chiesa sinodale”. Spero che tutte le nostre Comunità/Missioni partecipino all’iniziativa. Le collette delle messe di questa domenica vanno mandate sul conto del fondo di solidarietà della Delegazione: Italienische Missionare Solidaritätsfonds (IMSF), IBAN DE53 5019 0000 0000 2760 14, BIC FFVBDEFF, causale del versamento “regalo MCI al Papa”.

Il vescovo Heße Confermato alla presidenza della Migrationskommission (XIV). Martedì 21 settembre, l’Assemblea autunnale della Conferenza Episcopale Tedesca, riunita a Fulda dal 20 al 24 settembre, ha eletto i presidenti ed i membri delle 14 Commissioni, i cui nomi si possono leggere sul sito della DBK (www.dbk.de). Alla presidenza della Commissione XIV, quella per la pastorale migratoria, è stato confermato Dr. Stefan Heße, arcivescovo di Amburgo, recentemente reintegrato dal Papa alla guida della Diocesi dopo le dimissioni date per la vicenda abusi emersa quando era vicario generale a Colonia. Questa la lista completa dei membri della 14.ma Commissione: Dr. Peter Kohlgraf, vescovo di Mainz; Dr. Bohdan Dzyurakh, Apostolischer Exarch für die Ukraine; Dr. Peter Birkhofer, vescovo ausiliare a Freiburg; Dr. Matthias Heinrich, vescovo ausiliare a Berlin; Matthias König, vescovo ausiliare di Paderborn; Dr. Dominicus Meier OSB, vescovo ausiliare di Paderborn, vice presidente; Rupert Graf zu Stolberg, vescovo ausiliare di München und Freising. Al riconfermato presidente Heße ed a tutta la Commissione i migliori auguri di buon lavoro dalla nostra Delegazione.

In breve

Il Bundespastoralrat delle Comunità d’altra madre lingua in Germania si è riunito sabato 25 settembre a Fulda per eleggere i tre rappresentanti nel Zentralkomitee dei cattolici tedeschi. Sono stati eletti: Emeka Ani (Africani), Agnieszka Piotrowski (Polacchi) e Valentia Sudic (Croati). A loro i migliori auguri di buon lavoro.

La nuova sede della Delegazione. Venerdì 1° ottobre ci sono state consegnate le chiavi dei nuovi uffici della delegazione, siti nella Rudolfstr. 13-17, sempre a Francoforte. Non sappiamo quando saranno pienamente agibili, in ogni caso la posta può essere inviata al nuovo indirizzo dal 18 ottobre.

Il Consiglio Permanente della CEI ha nominato recentemente i membri delle dodici Commissioni Episcopali. Per la Commissione per le Migrazioni ha nominato, oltre al Presidente mons. Gian Carlo Perego (eletto dall’Assemblea generale della CEI lo scorso maggio) mons. Franco Agostinelli, vescovo emerito di Prato; mons. Franco Maria Giuseppe Agnesi, vescovo ausiliare di Milano; mons. Benoni Ambarus, vescovo ausiliare di Roma; mons. Giovanni Checchinato, vescovo di San Severo; il card. Paolo Augusto Lojudice, Arcivescovo di Siena/Colle di Val d’Elsa/Montalcino; mons. Corrado Lorefice, arcivescovo di Palermo e mons. Marco Prastaro, vescovo di Asti.

Synodaler Weg. Si è conclusa sabato 2 ottobre a Francoforte la seconda assemblea plenaria del Synodaler Weg, camino sinodale della Chiesa in Germania cui partecipa per le Comunità d’altra madre lingua Isabella Vergata. Tutti i documenti si trovano sul sito www.dbk.de. Alla Conferenza stampa conclusiva ha partecipato per il CdI Paola Colombo.

Articolo sul Synodale Weg

Friedrichshafen ha festeggiato ieri domenica 3 ottobre il 20 anniversario di erezione/passaggio da Missione a Comunità, occasione di ulteriore crescita nella fede e nella vita parrocchiale. Sempre ieri 3 ottobre, festa dell’Unità Tedesca, la Zona Centro ha tenuto fede alla tradizionale Giornata di formazione per i collaboratori volontari: con una videoconferenza pomeridiana sulla figura di San Francesco, a cura di fra Maurizio e sr. Nancy della Comunità Francescana di Aschaffenburg, nel primo anniversario della enciclica “Fratelli tutti”.

È deceduta il 13 settembre in Polonia, all’età di 89 anni, la mamma del diacono di Friedrichshafen Riccardo, la signora Helena Rzesna. I funerali sono stati fatti sabato 18 settembre a Lowicz (Polonia) dove abitava. La ricordiamo nella preghiera. A Riccardo le nostre condoglianze.

Auguro buoni Convegni di Zona, buona ripresa pastorale e rinnovate energie a servizio delle Comunità. La ripresa è faticosa, ancora molto condizionata dalla pandemia, ma con i “vaccini” che vengono dall’alto, sicuramente ci sentiamo più tranquilli, perché non decadono e sono sempre a disposizione. E danno lo spirito missionario giusto per accompagnare con efficacia e gioia le nostre parrocchie.

Buon mese di ottobre, buon lavoro, cari saluti ed a presto.

p. Tobia Bassanelli, Delegato