Visita pastorale del delegato e inaugurazione dei nuovi uffici

547
Da sinistra: Nils Materne, referente pastorale; don Gregorio Milone, don Giampiero Fantastico e Gianna di Marco, segretaria

Comunità di Ulm e Neu Ulm –  Sono stati due giorni (17-18 giugno)molto intensi per le due comunità cattoliche di lingua italiana Ulm e Neu Ulm, per la visita di don Gregorio Milone, delegato nazionale delle comunità cattoliche di lingua italiana in Germania.

  • Miriam Pellegrino*

Ha scelto le nostre comunità, divise fra Baviera e Baden-Württemberg, fra le prime del suo itinerario pastorale. Accolto dal nostro parroco, don Giampiero Fantastico, qui ad Ulm dal 2018, don Gregorio ha incontrato, nei giardini dei nuovi uffici della missione nella Wengenkirche, alcuni membri dei gruppi parrocchiali. Nel pomeriggio di sabato si è tenuto un incontro a Ulm nel quale don Gregorio si è potuto confrontare con la nostra realtà parrocchiale e ha fatto conoscenza dei due consigli parrocchiali, del gruppo lettori, del gruppo organizzativo feste italiane (GOFI) e del gruppo della Via Crucis Vivente di Ulm/Neu Ulm. Ne è emerso un sempre più complesso rapporto fra gli italiani residenti all’estero e la chiesa cattolica non solo intesa come istituzione ma anche come riferimento culturale; una costante riduzione del numero dei cattolici che prendono parte attivamente alle attività parrocchiali e la difficoltà di portare avanti progetti soprattutto per i giovani. Fra i giovani si riscontra infatti il distacco maggiore dalla Chiesa, determinato non solo dall’integrazione nel tessuto culturale tedesco ma anche e soprattutto dalla mancanza di fede. La nuova immigrazione è composta per lo più di giovani laureati che, spesso per lavoro, non riescono a partecipare alla vita di comunità e finiscono per allontanarsi dalla chiesa in maniera più o meno definitiva. Don Gregorio si fa portavoce di nuovi progetti mirati al dialogo con i giovani e ci invita al convegno che si terrà a Stoccarda nel primo weekend di luglio; ci propone la realizzazione di un campo estivo per giovani adolescenti sul lago di Costanza (Bodensee), previsto per il prossimo anno, al fine di promuovere un’idea di dialogo sui temi della fede e della religione.

La serata è proseguita con la benedizione dei nuovi uffici della comunità cattolica con sede a Ulm e con un rinfresco di benvenuto. Domenica il delegato ha officiato la messa pomeridiana in lingua italiana nella Wengenkirche, dedicata quest’anno al santo patrono della nostra comunità, sant’Antonio da Padova. La liturgia è stata accompagnata dalle note dell’organista David Landucci e dalla voce del cantante lirico Alessandro Lazzarini; c’è stata la processione con la statua del Santo che si snodava per le vie del centro e che è stata aperta anche quest’anno dalla festosa presenza di bambini vestiti da angioletti e dai giovani che riceveranno il sacramento della Confermazione. Al termine della processione la missione ha salutato don Gregorio con un buffet di “arrivederci” con prodotti tipici dolci e salati, preparati dalle signore della nostra comunità, nella speranza di poterlo riabbracciare presto nella nostra “doppia” e curiosa comunità ulmese e nella certezza di collaborare a future interessanti iniziative che giungeranno dalla Delegazione MCI di Francoforte.

*Miriam Pellegrino è presidente Consiglio di Missione Neu Ulm).