I video del concorso musica e video 2021 sul canale youtube UDEPDELEGAZIONE

704
©Pixabay

Il 18 maggio si è svolta la premiazione del concorso a premi musica e video per i giovani in formato online.

Abbiamo avuto la possibilità di conoscere i premiati, ascoltare le loro canzoni. Le canzoni sono ascoltabili sul canale youtube UDEPDELEGAZIONE.

Primo premio a parimerito per canzone e video musicale a:

Assunta Garofalo con la canzone e il video Senza se

Motivazione: Vocalità forte e timbro intenso, che si accompagna in un piacevole contrasto alla leggera sonorità dell’ukulele. La canzone, introdotta da una breve riflessione, si apre in un canto che loda Dio, presente incondizionatamente. Le immagini del video esaltano in maniera efficace il testo della canzone.

Xroads (Chiara Galli, Camillo Cervigni, Luca Aquilani, Nicolò Impronta e Sofia Brusegan) con la canzone e il video Prendici per mano

Motivazione: sonorità ritmiche sudamericane, si apprezza l’uso di diversi strumenti, pianoforte, violino e chitarra. Alternanza di voci maschili, femminili e miste che cantano un testo sulla vita quotidiana di giovani adolescenti e del sentire la presenza e il sostegno di Dio. Il video riprende la session musicale e altri momenti insieme. Bella l’immagine della croce fatta di mani.

Primo premio nella categoria canzone a

Lina D’Adamo con la canzone Perché soli non si è mai

Motivazione: canzone che risente della tradizione melodica italiana. Potrebbe essere anche una canzone d’amore che parla di un amore verso un uomo. Pianoforte e voce a cui si unisce poi la base ritmica in un crescendo drammatico che sostiene il testo che dallo sconforto, passa all’invocazione e alla speranza della presenza di Dio.


Impressioni dei vincitori: Assunta Garofalo: “È stato bello ascoltare le altre canzoni e conoscere chi le ha scritte”. Lina D’Adamo: “Piacevolissima serata, bella compagnia e nuovi orizzonti. Il lavoro socio-culturale espresso attraverso la musica contribuisce ad abbattere qualsiasi barriera o pregiudizio dentro di noi, perché è importante aprirsi agli altri. Chi vive in terra straniera, ne sa qualcosa in più. Ritengo che siamo chiamati ad essere una comunità del tutto universale e la musica, come la fede, uniscono gli uomini meravigliosamente. Un augurio affettuoso va agli altri vincitori del concorso, con l’auspicio di continuare a credere in voi stessi, caparbi e volenterosi più che mai. XRoads: “Il missionario della nostra comunità ci ha fatto conoscere questa iniziativa del concorso e abbiamo voluto partecipare. Siamo attivi in comunità e animiamo le messe. Per noi è stata una bella occasione per ritrovarci nel periodo di lockdown”.


A don Léon Vélez Granada, promotore dell’iniziativa, realizzata in collaborazione con la Delegazione delle MCI e l’Ufficio UDEP, abbiamo chiesto di trarre un bilancio.

Don Léon è stato promotore di questo concorso di video e musica che si è svolto durante il difficile periodo di pandemia da maggio a ottobre 2021. È soddisfatto?
Sono relativamente soddisfatto, vista la grande difficoltà in tempo di lockdown, che non ha favorito l’incontro dei giovani, ma penso anche alla difficoltà di diffondere e far arrivare l’informazione sul concorso nelle comunità dove pure le attività e gli incontri erano ridotti quasi a zero.



Che cosa si potrebbe fare per favorire una maggior partecipazione?
Per esempio visitare direttamente le altre Missioni e sensibilizzare all’iniziativa durante o dopo la Messa, però i sacerdoti stessi sono molto diffidenti verso uno scambio. Per esempio ho offerto ad alcuni preti uno scambio di Missioni per alcune date ma non si spostano, sembra che non abbiano interesse a fare altre sperienze.

Si dice poco ma buono. Che cosa hai apprezzato delle composizioni che sono pervenute?
Tutto, l’impegno, la creatività. Quello che è arrivato dimostra che l’ iniziativa è stata ben accolta… solo che la diffusione dell’iniziativa deve essere maggiore.

Hai altri progetti nel cassetto per coinvolgere i giovani?
Le idee non mancano, per esempio, una ricerca sulla presenza dei giovani nella vita della chiesa italiana, delle loro attività e dei loro scritti, se ci sono, come pure se hanno qualche iniziativa online, noi potremmo aiutarli a fare conoscere queste esperienze anche qui.