“Non c’è un anno buono e uno cattivo”

72

Il messaggio di gennaio di don Marwan alla sua Comunità di Lippstadt

“E Gesù cresceva in sapienza, età e grazia davanti a Dio e agli uomini. (Lc 2,52).

Carissimi, L’anno 2019 passò tra gioie e tristezze di ogni giorno. Ognuno di noi aveva a disposizione 365 giorni per prendere decisioni giuste, migliorare la qualità della sua vita e cercare nuove opportunità.

Insomma ogni anno è un’occasione di correggere e intraprendere un nuovo inizio. Per approfittarne però ci serve tanta sapienza e maturazione.

L’evangelista Luca ci incoraggia ad intraprendere il cammino della maturazione personale, dicendo che anche Dio stesso, incarnato nell’uomo Gesù ha fatto questo cammino, cosicché Gesù non cresceva solo con l’andare degli anni, invecchiandosi biologicamente, bensì cresceva acquistando sempre più sapienza e saggezza (grazia). Fratelli, non c’è un anno buono ed altro cattivo, sono le nostre decisioni quotidiane che danno al tempo il suo significato.

Per questa ragione, i tre pilastri della nostra crescita sopramenzionati dall’evangelista Luca, devono camminare a pari passi. Facciamo sì dunque che l’anno 2020 sia un anno laddove ognuno di noi si tolga l’uomo vecchio e s’indossi quello nuovo.

Solo questo capovolgimento continuo ci permette di capire e vivere più serenamente i momenti belli e quelli difficili di quest’anno.

A tutti voi e alle vostre famiglie auguro un anno di prosperità e crescita”.