Circolare 02/2021

162

Carissimi,                                            

siamo entrati in un mese ricco per noi di appuntamenti, dagli incontri delle quattro Zone Pastorali (in corso, 1-4 febbraio), alla presentazione del RIM, l’Incontro dei catechisti/e, la “Lectio divina” quaresimale, gli Esercizi Spirituali, la ripresa della Scuola di Teologia per Laici. Tutto avviene in videoconferenza. Il che ci fa capire come dobbiamo imparare a vivere anche nella comunità virtuale e – per chi non l’avesse ancora fatto – ad attrezzarsi tecnicamente.

Prima riunione del 2021 del Consiglio di Delegazione – Consiglio al completo nella prima riunione del nuovo anno, martedì 12 gennaio, in videoconferenza, con tanti punti all’ordine del giorno, e tutti importanti, elencati nella precedente circolare. È stato fissato il tema degli Incontri di Zona, programmata (al 9 febbraio) la presentazione del Rapporto Italiani nel Mondo, in collaborazione con il Corriere d’Italia in occasione del suo 70°, approvati i bilanci consuntivi provvisori del 2020 della Delegazione, del CdI e del Fondo di Solidarietà, definiti impostazione e contenuti degli Esercizi Spirituali 2020 (vedi apposita voce), aggiornata la programmazione del 2021 (sono state per esempio azzerate le iniziative di presenza fino a tutto giugno e trasferite nella modalità virtuale), fissato al 23 marzo il prossimo Consiglio di Delegazione, concordato un Convegno prima delle ferie (per programmare il sondaggio d’autunno in vista della nomina del nuovo delegato e del vice-delegato), approvata la programmazione del 2022 (quando tra l’altro ci sarà il passaggio ad un nuovo Consiglio di Delegazione, definito con la nomina del Delegato e Vice da parte della Conferenza Episcopale tedesca e dalle votazioni per il rinnovo dei Consiglieri).

Tenuta l’Assemblea Nazionale dei Presidenti dei Consigli Pastorali – I Presidenti dei Consigli Pastorali delle Comunità di lingua italiana in Germania, presenti in oltre 40 alla videoconferenza di martedì 12 gennaio, hanno molto apprezzato l’iniziativa della Delegazione di convocarli in una assemblea virtuale, visto il divieto di incontri dal vivo. Aperti da una preghiera per i Consigli e dal saluto del Delegato p. Tobia, che ha spiegato il senso dell’iniziativa, i lavori sono stati introdotti da una breve relazione (in allegato) della rappresentante dei volontari nel Consiglio di Delegazione Teresa Sepe, ex presidente del CP di Mainz e segretaria della Scuola di Teologia per Laici della Zona Centro. Tanti gli interrogativi posti, spesso molto simili, nonostante la grande diversità delle Comunità rappresentate, sia per il numero di parrocchiani (dai 50 mila connazionali di Colonia al migliaio di persone di Schwäbisch Gmünd), sia per la struttura pastorale (pienamente autonoma la prima, cioè “missio cum cura animarum”, pienamente inserita nell’unità pastorale locale la seconda), sia per l’età dei presidenti (dagli anziani, rodati da tanti anni di presenza, ai più giovani, arrivati nell’ultimo decennio dall’Italia). Tutti in ogni caso molto coscienti dell’importante ruolo del CP nella conduzione e nella vita della Comunità. In allegato l’articolo di Paola sull’incontro.

Presentazione del RIM in Germania il 9 febbraio – Con l’articolo di apertura del primo numero del Corriere d’Italia del 2021 e con la redazione allargata del 20 gennaio, sono iniziate le celebrazioni del 70° del Corriere d’Italia, che si protrarranno per diversi mesi. Il prossimo appuntamento, in collaborazione con la Migrantes, la Delegazione e l’Udep, avrà luogo martedì 9 febbraio, dalle ore 10.00 alle 12.00, con la presentazione in videoconferenza del Rapporto Italiani nel Mondo 2020 (RIM), giunto alla sua 15° edizione. Guiderà i lavori la giornalista Paola Colombo, aperti dal saluto del Direttore Generale della Migrantes don Giovanni De Robertis, e dalla relazione della curatrice del Rapporto, la dr.ssa Delfina Licata. I brevi interventi dell’Editore, il Delegato p. Tobia Bassanelli, e della caporedattrice Licia Linardi, apriranno il successivo dibattito, con la possibilità da fare domande. Per esempio sulle tematiche di fondo dell’Edizione 2020, il ruolo che ha la stampa all’estero come fonte di stimoli, di notizie e di contributi, come l’incidenza del Rapporto nelle politiche migratorie dell’Italia, sia dal punto di vista dell’emigrazione italiana come dell’immigrazione da altri Paesi, vista anche la grande considerazione che le forze politiche e sociali, governative e istituzionali danno al Rapporto. In allegato l’invito ed il programma, con il seguente link di accesso https://us02web.zoom.us/j/85446092501?pwd=KzZNWHpRUFZNZ2h4TGtXeEFYaDBLUT09)

Incontro dei catechisti/e il 12 febbraio: fare catechesi in tempo di pandemia – Le attività di catechesi nelle nostre Comunità sono tutte ferme, per colpa della pandemia, o in qualche modo, per esempio i corsi di catechismo, stanno continuando? Se sì, nonostante la proibizione degli incontri di presenza in tutti i Länder, come e in che modalità? Una idea più chiara si potrà avere venerdì sera 12 febbraio 2021, dalle 19.00 alle 21.00, in occasione dell’Incontro Nazionale in videoconferenza dei catechisti e delle catechiste operanti nelle nostre Comunità. In allegato trovate l’invito, da passare ai propri responsabili della catechesi. In detto incontro si potrà anche avere una visione più chiara di quante Comunità, ed in quali diocesi, la catechesi viene gestita in modo autonomo, oppure con la parrocchia locale, o non viene fatta più, perché assunta completamente dalla comunità parrocchiale tedesca del posto. Le situazioni sono molte diversificate ed il dibattito potrà chiarire quale è la scelta più adeguata o in quale direzione sarà bene camminare. In allegato invito e programma. Questo il link di accesso: https://us02web.zoom.us/j/82692972297?pwd=Y01kb29sTWJjNkdYdWxqdzdIZ1dDdz09 (Meeting-ID: 826 9297 2297. Kenncode: 678454).

Online gli Esercizi Spirituali (22-24 febbraio 2021) – Quest’anno gli Esercizi Spirituali, per colpa della pandemia, non saranno di presenza, come è sempre stato fino all’anno scorso, in una casa apposita di Esercizi, nella prima settimana di Quaresima, ma in un formato nuovo, diverso, quello virtuale, in videoconferenza. Ormai siamo un po’ abituati a questo tipo di incontri online, ma con gli Esercizi è tutto diverso: se le meditazioni le possiamo seguire da casa o dall’ufficio, o in un luogo appartato, il resto – silenzio, preghiera, riflessione personale, liturgia eucaristica, adorazione e momento penitenziale – come sarà? Tutto questo è pienamente lasciato alla libertà ed alla iniziativa personale. La struttura fondamentale è quindi molto a rischio, probabilmente per molti in parte salterà. Ma all’inizio della Quaresima è pur sempre meglio avere un forte stimolo biblico spirituale, sia pure da un monitor/display, che nulla. C’è il vantaggio che questo formato dovrebbe permettere una maggiore partecipazione, anche se saranno tre giornate molto intense (con quattro sessioni quotidiane). Il tema inoltre, sui “rapporti interpersonali” di Gesù, raccolto sotto il titolo “…come io vi ho amati”, dovrebbe essere particolarmente stimolante. In allegato il programma nei dettagli ed i tre link per i collegamenti quotidiani.

Settimana Interculturale: incontro preparatorio il 19 e 20 febbraio – L’annuale fine settimana di febbraio, in preparazione della Interkulturelle Woche di settembre, col motto #offengeht, quest’anno si terrà online nei giorni 19-20 febbraio. La conferenza va ben oltre gli aspetti organizzativi e si concentra sui contenuti della tematica, che parte dall’apertura del cuore a nuove esperienze, a nuovi incontri e nuovi arrivi, nuove idee, nuove amicizie. Gli impulsi d’apertura verranno offerti nella mattinata dalla prof.ssa Karin Scherschel, dell’università cattolica di Eichstätt-Ingolstadt, sugli attuali cambiamenti nell’accoglienza dei flussi immigratori, e di Annetta Kahane della fondazione Amadeu Antonio sull’impegno della società civile contro la disumanità di alcuni gruppi. Nel pomeriggio ci saranno gli interventi di Burkhard Jung, sindaco di Leipzig e presidente dello Städtetag, sul ruolo dei comuni per i diritti umani e la partecipazione. Il tardi pomeriggio sarà dedicato al lavoro di 8 gruppi di studio. Tavola rotonda nella mattinata di sabato 20, con dibattito e assemblea conclusiva sulle prospettive dei partiti per la prossima legislatura. Iscrizioni e aggiornamenti del programma si trovano al sito Internet www.interkulturellewoche.de/tagung2021.

Zona Centro. Il 27 febbraio riparte la Scuola di Teologia per Laici. L’arrivo del coronavirus aveva fermato nel febbraio dello scorso anno anche il Corso di teologia, che da tempo la Zona Centro organizza per i volontari ed i collaboratori laici delle Comunità. Il prolungarsi della pandemia ha convinto ora la Commissione Formazione a riaprirne i battenti ed a continuare gli incontri, sia pure nell’unica modalità oggi possibile, quella virtuale. La scuola di teologia per laici riprende sabato 27 febbraio 2021, dalle 10 alle 13.00 in videoconferenza, al link https://us02web.zoom.us/j/85258930524?pwd=YUgzVDRiTnU1NnhvUGIwaTFSVCt6QT09 (Meeting-ID: 852 5893 0524. Kenncode: 730639). Gli appuntamenti successivi sono sabato 15 maggio e sabato 12 giugno, sui temi del biennio interrotto, e sempre con il prof. don Marwan. Le lezioni sono state aperte a tutti, per cui anche le altre Zone Pastorali sono invitate a segnalare i tre incontri. In allegato trovate l’invito dei responsabili del corso, mons. Donatelli e Teresa Sepe.

“La pastorale nel contesto delle mobilità umana e della migrazione” – È il tema del secondo corso online organizzato dalla Università di Friburgo/Svizzera, in collaborazione il SIMI (Scalabrini International Migration Institute) di Roma, per gli operatori del settore, assunti o volontari, della Svizzera, Austria e Germania, cioè dei Paesi di lingua tedesca. Il corso di specializzazione CAS (Certificate of Advanced Studies) inizia a metà aprile e sono aperte le iscrizioni fino al 15 marzo 2021. Maggiori informazioni si possono avere al sito internet https://www3.unifr.ch/pastoral/de/ausbildung/online-cas-pastoral/. Partecipano al progetto ed alla sua conduzione la Commissione Migrazione della Conferenza Episcopale Tedesca, “Migratio” della Conferenza Episcopale Svizzera e il SIMI, l’Istituto Internazionale Migrazione di Roma degli Scalabriniani. Come lo scorso anno l’iniziativa è stata segnalata, attraverso il Nationaldirektor dr. Lukas Schreiber, dall’amministratore delegato della Commissione Migrazione della DBK, il dr. Alexander Kalbarczyk.

E‘ attivo il sito www.memoriadelcovid.it: racconta come le diocesi italiane hanno vissuto e stanno vivendo questo tempo di pandemia, con i servizi giornalistici (articoli, video, documentari, podcast e webdoc) delle testate aderenti alla Fisc (Federazione Italiana dei Settimanali Cattolici), tra cui il Corriere d’Italia, presente con alcuni articoli. “Propone un percorso di testimonianza che vuole essere spunto perché la memoria di questo tempo non vada perduta ma diventi anche spunto per fare di noi ancora una volta annunciatori di quella nostra Speranza di cui in ogni momento siamo chiamati a dare ragione”, scrive il Presidente Fisc Mauro Ungaro nel presentarlo. “Il progetto mette in luce anche l’importante ruolo svolto dai media di ispirazione ecclesiale che, nonostante le difficoltà, hanno saputo essere ‘coscienza civile’ del Paese e raccontare quell’impegno di prossimità delle comunità, più volte sollecitato anche da papa Francesco nel corso del suo Magistero”. Il sito raccoglie ad oggi più di 300 contributi, rende possibile ricercare le storie per tematica. In questa prima fase è stato inserito solo parte del materiale, ma in futuro il sito verrà arricchito con altri contributi. A questo link uno degli articoli del CdI: https://www.memoriadelcovid.it/fonte/settimanale-corriere-ditalia/

“Lectio divina” nei venerdì di Quaresima –Dopo la buona esperienza del periodo di Avvento, a cura della Comunità di Gross-Gerau con la Fraternità di Betania di Aschaffenburg, il Consiglio di Delegazione propone una “Lectio divina” settimanale per tutto il periodo della Quaresima, legata ai vangeli domenicali. Sarà curata dal biblista don Marwan, missionario di Lippstadt, che già segue la scuola di Teologia per Laici della Zona Centro. Il punto di riferimento saranno i vangeli domenicali, in modo da preparane ed agevolarne la comprensione del messaggio in occasione poi della celebrazione liturgica. Inizia il primo venerdì di Quaresima, il 19 febbraio, dalle 19.00 alle 20.00, e avrà luogo tutti i venerdì successivi, fino a quello che precede le Palme, il 26 marzo. Oltre agli operatori pastorali assunti nelle nostre Comunità, la Lectio divina è proposta ai membri dei Consigli Pastorali, ai catechisti e catechiste, ai Gruppi di Preghiera ed ai Movimenti, ai collaboratori volontari, a tutte le persone disponibili ad una ulteriore formazione spirituale ed a pregare. In allegato trovate la scheda con le date ed i rispettivi links di connessione.

“La pastorale digitale, una opportunità” – È arrivato nelle nostre Comunità il numero di gennaio del mensile della Migrantes “Migranti Press”. Lo apre l’editoriale del Direttore generale don Giovanni De Robertis, dedicato alla mobilità umana in tempo di pandemia. «La pandemia che stiamo vivendo ha limitato i movimenti di tutti, ma soprattutto ha segnato il cammino dei migranti: chi vive in un paese diverso dal proprio da mesi e mesi non può – salvo eccezioni – rivedere i familiari, nemmeno in caso di gravi malattie». Tra gli altri articoli: un approfondimento sul Rapporto Asilo, la nomina a cardinale del vescovo Paolo Lojudice, segretario della Commissione CEI per le Migrazioni, un bilancio della campagna Cei “Liberi di partire, liberi di restare”, alcune esperienze di pastorale in tempo di coronavirus tra gli italiani in Germania. Questo articolo, dal titolo “La pastorale digitale, è un’opportunità, non un ripiego”, riprende l’articolo di dicembre di Paola Colombo sul sito della Delegazione dal titolo “Mezzi di comunicazione vecchi e nuovi”, integrato con altre informazioni dello stesso sito. Questa attenzione alla vita pastorale dell’estero fa sicuramente piacere e rende più interessante anche per l’estero il mensile della Migrantes, contribuendo inoltre a tener viva in Italia l’attenzione sulle nostre realtà, con facilità dimenticate.

Georg Feller, dal luglio del 1993 collaboratore pastorale della Missione di Bad Homburg, lunedì 1febbraio è andato in pensione. La festa di addio della Comunità, prevista per sabato 30 gennaio, è slittata ad una data successiva, appena la situazione pandemica lo permetterà. Giorgio continua come volontario e mantiene il suo ruolo di Coordinatore della Zona Centro, su richiesta della Zona e col permesso della diocesi. Il suo posto nella Comunità è stato preso dalla Pastoralreferentin Gwendolyn Rojas-Tänzer, che da mesi si sta preparando al compito. A lei i migliori auguri, a Giorgio un grande grazie.

Don Marco D’Orio venerdì 29 gennaio 2021 è arrivato in Germania, alla Missione di Arnsberg-Neheim, dove il primo di febbraio ha iniziato il suo servizio pastorale, anche se al momento dalla quarantena. Caro don Marco, ben arrivato e tanti auguri, nella speranza che arrivino al più presto tempi migliori.

Don Baxiu non sta bene, è stato anche ricoverato all’ospedale. Ha di nuovo la diplopia, cioè vede doppio. La diocesi di Brescia, al suo rientro nell’estate scorsa, gli aveva affidato qualche compito, ma al momento non può far nulla. Per contatti ecco email e telefono della sorella: paolabaxiu@alice.it, 0039-030 303137; quello di casa di don Baxiu (a Cazzago): 0039-030 725166.

Il nuovo libro del Battesimo è arrivato ed è in corso la distribuzione alle Comunità che lo hanno prenotato. Abbiamo fatto una tiratura maggiore rispetto alle ordinazioni, per cui sono possibili nuove ordinazioni. Costa 2.50 euro a copia. Si presenta bene ed è molto migliorato rispetto alla precedente edizione, che era esaurita.

Ricordo di compilare e rimandare in Delegazione la Scheda rilevamento dati 2020. Tra le novità chiediamo la e-mail dei Presidenti dei CP e dei Direttori dei cori (per gli incontri di categoria che con l’UDEP stiamo realizzando). Inoltre: spesso la posta elettronica delle Mailingliste (come questa circolare) finisce nello “Spam”, per i filtri dei computer/Provider contro la pubblicità e le immondizie varie. Controllare quindi anche lì, prima di cancellare tutto.

Nel giorno della Candelora, denominazione popolare dell’odierna festa della Presentazione di Gesù al tempio, a 40 giorni dal Natale, la festa che di fatto chiude le celebrazioni natalizie ed avvia il cammino pasquale, durante la quale si benedicono le candele utilizzate per la benedizione della gola nella festa di san Biagio (domani), non posso che augurare tanta salute, in un periodo in cui per tutti è un bene piuttosto precario. Il Signore ci accompagni e sostenga sempre. Cari saluti e buon lavoro.

P. Tobia Bassanelli, Delegato