Delegazione MCI

CIRCOLARE NR. 09/2015

Carissimi,

sono in corso in tutta la Germania le settimane interculturali, una tradizione che in settembre e inizi di ottobre segna la società civile tedesca da 40 anni. L’inaugurazione ufficiale da parte delle chiese è stata domenica 27 settembre 2015, con una celebrazione ecumenica nel Duomo di Mainz ed un ricevimento alla Staatkanzlei della Renania Palatinato, presenti il presidente della Repubblica Joachim Gauk ed il presidente della Conferenza Episcopale Tedesca card. Reinhardt Marx.

Iniziativa del CdI. “Quando i miei vennero in Germania” – In occasione del 60° dell’accordo italo-tedesco siglato a Roma il 20 novembre 1955 per l’invio di manodopera italiana in Germania, il Corriere d’Italia lancia l’iniziativa “Quando i miei vennero in Germania”. Nel 1995, in occasione del 40°, il CdI aveva invitato le prime generazioni a raccontare i tempi dell’arrivo in Germania, le difficoltà incontrate, i problemi o l’accoglienza avuta. Oggi l’invito a scrivere è rivolto alle nuove generazioni: come loro hanno vissuto la venuta qui al seguito dei genitori, o come l’hanno sentita raccontare in casa se nati in Germania, o come hanno trascorso nei primi anni l’impatto con l’asilo e con la scuola, o in generale con la società tedesca. Possono scrivere in italiano o in tedesco. I lavori verranno pubblicati in un inserto nel mese di dicembre e tutti i contributi verranno raccolti in un libro, che pbblicheremo il prossimo anno, in occasione dei 65 anni del Corriere d’Italia. Invito tutte le nostre Comunità a far conoscere questa iniziativa ed a invogliare i propri giovani a scrivere.

Don Mietek (Mci di Norimberga) andrà alla Missione di Berlino? – Con la scomparsa di don Chiudinelli e la rinuncia della diocesi di Brescia ad inviare un proprio nuovo sacerdote a Berlino, la Delegazione si è dovuta mettere in movimento per una veloce soluzione, in modo da evitare una lunga sede vacante, che probabilmente avrebbe portato a scelte diocesane ulteriormente riduttive. Per la guida della Comunità italiana della Capitale si è reso disponibile il missionario di Norimberga, don Mietek. Assieme siamo stati martedì 15 settembre ad un incontro con il responsabile della Kategoriale Seelsorge diocesana Hermann Fränkert-Fechter, presenti il responsabile del personale mons. Günther e l’Ausländerreferent p. Respondek. L’avvio dell’impegno pastorale di don Mietek nella Missione di Berlino dovrebbe essere agli inizi di novembre. Per la Missione di Norimberga è previsto l’arrivo del parroco di Marina di Ravenna, don Stanislao Edward Maciak.

Fra Anto Rados nuovo Missionario ad Hannover – La precarietà della salute non permette più a don Gianni Paganini di mantenere a lungo la direzione della Missione di Hannover. Nel periodo estivo, da luglio a tutto settembre, è stato aiutato dal sostituto don Leon, che con il primo di ottobre diventa missionario della Comunità di Moers. Dagli inizi di ottobre don Gianni potrà contare sull’aiuto di un cappellano, fra Anto Rados, croato, dei Francescani della Puglia. Con il vescovo di Hildesheim mons. Trelle è stato concordato che a partire da gennaio 2015 fra Anto assumerà la piena responsabilità della Missione di Hannover. Per don Gianni è importante pensare a curarsi e con calma, quando i tempi saranno maturi, a preparare il rientro in Italia. La sua Diocesi (Brescia) preme perchè avvenga al più presto, perchè è in grado di garantirgli l’assistenza più completa ed una attività pastorale confacente.

Si è concluso il Dialogprozess “Im Heute glauben” della DBK – Promosso nel 2010 dalla Conferenza Episcopale Tedesca in seguito agli scandali di pedofilia nel clero, il progetto quinquennale noto come Dialogprozess, sul tema “Im Heute glauben”, è giunto felicemente in porto. Lo scopo principale era di ricuperare la fiducia dei fedeli e dell’opinione pubblica nei confronti della Chiesa. Le conclusioni sono state tirate nell’ultimo Forum, tenuto l’11-12 settembre 2015 a Würzburg. I documenti conclusivi, qui in parte allegati, si possono trovare sul sito della DBK: www.dbk.de. Molto positiva in genere la maggioraza delle valutazioni, in particolare per il nuovo clima di dialogo e di collaborazione che sì è instaurato tra i vescovi ed il laicato. Solo in nove hanno votato contro il documento finale, tra cui il vescovo di Regensburg Rudolf  Voderholzer, secondo il quale in questi 5 anni non è cambiato nulla. Il Dialogprozess continuerà in altre forme, a scadenza biennale e con Forum più ridotti (a novembre le decisioni definitive). I temi annuali sono stati affrontati nel nostri Convegni Nazionali, in quelli dei Laici, nei Meeting dei Giovani, negli incontri di zona e dei Consigli Pastorali. Per noi è stato sicuramente un cammino di riflessione importante e significativo.

Documento dei Vescovi tedeschi: “Gemeinsam Kirche sein” – In occasione dell’Assemblea autunnale della Conferenza Episcoplae tedesca, che si è svolta nei giorni 21-24 settembre 2015 a Fulda, è stato presentato il documento “Gemeinsam Kirche sein. Wort der deutschen Bischöfe zur Erneuerung der Pastoral”. Il documento, proposto per ricordare il 50° anniversario della chiusura del Vaticano II, ne riprende gli insegnamenti conciliari più importanti, con l’intento di adattarli ed applicarli alla situazione attuale. Rappresenta poi la conclusione del Dialogprozess, di cui i vescovi raccolgono le riflessioni e gli stimoli più importanti, che fanno propri e propongono all’intera comunità ecclesiale, per sollecitare un adeguato rinnovamento della pastorale. Il documento, le prediche, i video delle conferenze stampa ed altro materiale dell’Assemblea autunnale della DBK sono visibili e scaricabili dal sito www.dbk.de. Qui allego solo il comunicato stampa su “Assieme essere Chiesa”. Come pure allego la presa di posizione della Conferenza Episcopale Tedesca sull’attuale problema dei rifugiati.

Zona Centro: giornata di formazione il 3 ottobre – Sabato 3 ottobre 2015, Festa dell’Unità tedesca, di cui quest’anno ricorre il 25°, la Zona Centro organizza la tradizionale Giornata di formazione per i membri dei Consigli Pastorali, i Collaboratori parrocchiali e tutti i laici interessati. L’incontro si tiene presso la Missione di Frankfurt/Nied (Nieder Kirchweg 12), dalle 9,30 alle 16,30, sul tema „Matrimonio cristiano – unione – convivenza: un’unica realtà o forme diverse di stare assieme?” Il relatore è p. Georg Schmidt SJ, giudice presso il tribunale ecclesiastico della diocesi di Limburg. Il tema della famiglia è molto attuale. Viene vivacemente dibattuto nelle nostre Comunità e sarà al centro della riflessione del Sinodo dei Vescovi dal 4 al 25 ottobre 2015 a Roma. 5 € la quota di partecipazione (pranzo incluso); iscrizioni presso la Mci di Ffm/Nied. La Giornata invece di riflessione sull’enciclica “Laudato Si”, in programma per il 10 ottobre 2015 a Wernau (su iniziativa delle Acli e della Mci di Stoccarda, per la Zona Sud) è stata rimandata ad una data successiva.

Alla Mci di Francoforte festa di benevenuto per i nuovi arrivi – La Comunità Cattolica Italiana di Francoforte e l’Associazione Piazza Francoforte e.V. organizzano una Festa di accoglienza per i nuovi italiani arrivati recentemente in città. La manifestazione avrà luogo sabato 10 ottobre 2015 a partire dalle 18:30 nei locali della Missione (Bettinastr. 26, Francoforte). L’ingresso è libero.  Scopo della festa, che si svolge sotto il patrocinio del Consolato Generale Italiano di Francoforte e dell’ AMKA (Amt für Kulturelle Angelegenheiten), in collaborazione con la Delegazione, è di far conoscere ai nuovi arrivati la comunità italiana locale e offrire informazioni utili per l’inserimento e l’integrazione nella regione Rhein-Main.  Durante la festa verrà distribuito l’inserto curato dal Corriere d’Italia per i nuovi italiani in Germania.

Deceduto p. Busana, fondatore della Missione di Hagen – È deceduto il 30 luglio 2015 a Trento, all’età di 94 anni, p. Franceschino (Paolino) Busana, fondatore della Missione di Hagen (ora chiusa, ma con alcuni servizi da Dortmund e dal diacono del posto Cataldo Caruso). Vi era giunto nel maggio del 1961 e vi era rimasto fino  a tutto agosto del 1996, quando fece rientro in Italia perchè nominato guardiano del convento di Trieste ed era arrivato il suo successore, p. Emilio Zanoner. P. Busana era nato il 19.11.1920 a Cinte Tesino (Trento) ed era stato ordinato sacerdote  il 16 febbraio del 1947 da mons. Oreste Rauzi. Scrivono i confratelli ed i familiari nel ricordino della morte: “Il signore ti ha donato lunghi anni di vita per seguirlo, amarlo e servirlo, da Frate Minore, in Trentino, a Trieste e tra i migranti in Germania”. Lo ricordiamo nella preghiera, grati del servizio svolto ad Hagen.

Per gli iscritti al Convegno Europeo (12-16 ottobre 2015), arrivederci presto a Brescia (allego il programma definitivo). A tutti…occhio al Sinodo dei Vescovi, nel 50° di chiusura del Vaticano II. Potrebbe arrivare tanta nuova aria fresca, che fà bene alla Chiesa, in particolare alle famiglie in difficoltà. Noi siamo qui per tutti, in particolare però per chi ha problemi. Per chi è ai margini, nelle “periferie” di ogni tipo, direbbe Papa Francesco. Buon lavoro.

p. Tobia Bassanelli, Delegato

Deutsche Bischofskonferenz
Chiesa Cattolica Italiana
Bistums Limburg
Corriere d'Italia