Delegazione MCI

Circolare Nr. 5/2015

Carissimi,

alla vigilia della solennità della Pentecoste, il pensiero non può che andare alla centralità dello Spirito Santo nella nascita e nella vita della Chiesa, nella storia del singolo credente. Ci dobbiamo solo chiedere come mai nella sensibilità del popolo cristiano, delle parrocchie, delle nostre comunità, questa convinzione non ha quella rilevanza che invece dovrebbe avere.

Mons. Di Tora nuovo Presidente Cemi e della Migrantes – L’Assemblea generale della Conferenza episcopale italiana si è conclusa giovedì 21 maggio con l’annuncio delle nuove nomine ai vertici delle 12 Commissioni episcopali. Il card. Francesco Montenegro, arcivescovo di Agrigento, è stato nominato presidente della Commissione per il servizio della carità e la salute. Mons. Guerino Di Tora, vescovo ausiliare di Roma, è il suo successore alla presidenza della Commissione per le migrazioni e della Migrantes. A mons. Montenegro va il grazie sentito della Delegazione e delle Mci in Germania per l’impegno con cui ci ha seguito: a lui i migliori auguri per il nuovo incarico. A mons. Di Tora porgiamo il più cordiale saluto di benvenuto alla presidenza della Migrantes, facendo nostro l’augurio che il Direttore Generale mons. Perego gli ha rivolto a nome di tutti gli operatori pastorali che fanno capo alla Fondazione.

I dati 2014 delle Mci – All’inizio di ogni anno la Delegazione invia a tutte le Missioni una scheda per avere alcune informazioni sulla loro consistenza e sulla rispettiva attività pastorale. Su 83 Comunità a cui è stata inviata la scheda di rilevamento dati 2014, hanno risposto solo in 30, una su tre. Da queste risulta che il battesimo, dopo l’eucarestia domenicale, è il sacramento più richiesto (698  battezzati nel 2014). Batte le stesse prime comunioni (solo 237), superate perfino dalle cresime (424) e dai matrimoni (288). I decessi (262) sono molto al di sotto delle nascite, per cui le nostre sono ancora comunità relativamente giovani. I rapporti con la chiesa/parrocchia locale sono buoni: Pfarrfest e Corpus Domini sono le festività maggiormente condivise. I gruppi liturgici (lettori e chierichetti) e di preghiera sono i gruppi maggiormente presenti, poco sotto quelli biblici e dei catechisti, attivi in due missioni su tre.

Presentato ad Amburgo il Rapporto Italiani nel Mondo – Su iniziativa della Missione di Amburgo, ha avuto luogo martedì 11 maggio 2015, presso l’Istituto Italiano di Cultura, la presentazione del Rapporto Italiani nel Mondo 2014 della Migrantes. Dopo i saluti della Direttrice dell’Istituto Cristina Di Giorgio, il missionario don Pierluigi Vignola ha ben focalizzato i drammi dei flussi migratori nel Mediterraneo e l’indifferenza di tanti. Il Delegato p. Tobia Bassanelli ha brevemente presentato quanto le Chiese tedesca e italiana attraverso i loro organismi specifici (Kommission XIV für Migrationsfragen e Migrantes) fanno nel settore della mobilità umana. È stato poi il Direttore Generale della Migrantes mons. Giancarlo Perego a presentare nei dettagli il Rapporto 2014, sottolineando in particolare le novità dei nuovi flussi dall’Italia. Chi è interessato ad una presentazione del Rapporto nella propria Comunità, si rivolga direttamente alla Migrantes: mons. Perego e la curatrice Delfina Licata sono disponibili ad accogliere molto volentieri ogni richiesta.

L’Edith-Stein-Preis al vescovo Trelle – È stato assegnato al vescovo di Hildesheim mons. Norbert Trelle, presidente della Commissione Migrationsfragen della Conferenza episcopale tedesca, il premio Edith-Stein, per il suo “incessante e fermo” impegno per i profughi. Lui stesso lo era stato, quando da ragazzo, al termine della seconda guerra mondiale, aveva dovuto scappare con la sua famiglia dal Westpommer. Il premio ricorda la fuga del 1938 dal Nazionalsocialismo della giovane ebrea convertita al cristianesimo, e che poi verrà uccisa nel 1942 ad Auschwitz. La consegna del Premio, condiviso con il Göttinger Migrationszentrum, sarà il 15 novembre 2015. Il vescovo Trelle lo devolverà al Nothilfe-Fonds, un fondo di aiuto che aveva istituito all’inizio dell’anno nella sua diocesi con una dotazione di 800.000 euro. Al vescovo Trelle le felicitazioni della Delegazione e delle Mci, grate per l’instancabile impegno anche sui fronti delle Comunità d’altra madre lingua, del Kirchenasyl e degli illegali.

Riunito Consiglio il Consiglio di Amministrazione della Migrantes – Il Consiglio di Ammnistrazione della Migrantes, riunitosi lunedì 18 maggio 2015 a Roma, ha approvato i bilanci consuntivi definitivi del 2014, rilevando con piacere l’aumento rispetto all’anno precedente delle offerte raccolte in occasione della Giornata delle Migrazioni, letto questo come un segno concreto di una maggiore attenzione e solidarità con problemi della mobilità umana. È stata fatta una analisi dell’attuale situazione sui profughi ed una rassegna delle recenti (Rom bulgari, Vini e vitigni italiani nem mondo) e delle prossime pubblicazioni della Migrantes. Il Rapporto Immigrazione 2014 verrà presentato il 4 giugno all’Expo di Milano; il Rapporto sulla Protezione Internazionale 2015 verrà presentato il 25 settembre. È stato dato il libro di mons. Perego edito in questi giorni dall’Editrice La Scuola dal titolo “Uomini e donne come noi. I migranti, l’Europa, la Chiesa”. Io ho dato una breve informazione sull’utilizzo dei fondi messi a disposizione per i nuovi arrivi dall’Italia (la maggior parte sono stati chiesti per corsi di Tedesco).

Messaggio delle Chiese per la Settimana Interculturale – La Interkulturelle Woche compie 40 anni. Verrà aperta il 25 settembre, con una liturgia ecumenica nel duomo di Mainz, alla presenza del Presidente federale Joachim Gauck. Durante la Settimana sono previste oltre 4500 manifestazioni in oltre 500 località. Il commune messaggio delle Chiese del 18 maggio, a firma del Cardinale Marx, del Landesbischof Bedford-Strohm e del Metropolita Augoustinos, nel ricordare che la Germania è diventata in questi decenni terra di immigrazione, nota che parte della popolazione ha ancora problemi con la diversità. “Anche oggi c’è un palese e nascosto razzismo”. Pregiudizi e problemi che si possono abbattere solo incontrandosi, con il dialogo e nella conoscenza reciproca. Non bisogna chiudere poi gli occhi su quanto succede nel Mediterraneo e vanno trovate nuove vie per l’arrivo in Europa di chi fugge dalla guerra e dalla fame. Per questo, concludono le tre chiese cristiane, la Settimana è più attuale che mai.

Deceduto don Luigi Giordani, ex missionario in Germania – All’età di quasi 90 anni, si è spento il 13 maggio 2015 a Bolzano (dove lunedì 18 si è poi  svolto il funerale) l’ex missionario della Germania don Luigi Giordani. Nato il 12 settembre 1925 a Montecchio Maggiore (VI), Luigi Giordani era stato ordinato sacerdote il 29 giugno 1950 a Trento. Fino al 1952 è stato cooperatore a Civezzano (TN), dal 1952 al 1954 a Gardolo e dal 1954 al 1956 a Trento presso la parrocchia S. Apollinare. Dal 1956 al 1964 è stato parroco a Ruffrè (TN) e dal 1965 al 1980 ha lavorato in due Mci della Germania: dal gennaio 1965  fino a tutto marzo del 1980 è stato rettore della Missione di Ludwigshafen; dal primo aprile al 31 dicembre 1980 alla Mci di Ulm. Rientrato in Italia, fino al 1992 è stato cooperatore per la comunità di lingua italiana di Ora (BZ) e dal 1992 al 2001 è stato cooperatore presso la parrocchia S. Giovanni Bosco di Bolzano. Nel 2001 è andato in pensione pur restando attivo nella pastorale della parrocchia S. Giovanni Bosco diventandone nel 2009 collaboratore parrocchiale. Lo ricordiamo nella nostra preghiera.

Giovane teologo vuol trasferirsi in Germania.Sono Nicola Garau, ho 26 anni, sono sardo. Ho conseguito il Baccellierato in Teologia presso la facoltà teologica di Cagliari da studente laico e ora ho intenzione di continuare gli studi di filosofia in Germania ma sto cercando una concreta sistemazione. Non conosco l’inglese ne tanto meno il Tedesco, ma sento l’esigenza di misurarmi con un contesto diverso dal mio. Nel progetto che ho in mente ho messo in conto un annetto per imparare la lingua nel frattempo però voglio lavorare in modo da mantenermi e non pesare su nessuno. Mi basterebbe qualsiasi lavoro che mi permettesse di seguire il corso intensivo di tedesco, anche una sistemazione umile per iniziare. Farei qualsiasi tipo di lavoro che mi consentisse di mantenermi e avere il tempo di studiare la lingua”. Qualcuno può dare una mano? Ecco la sua email: garaunicola this is not part of the email @ I don't like SPAM gmail.com.

Concludo augurando una festa della Pentecoste ricca di tanta presenza dello Spirito che rinnova e cambia le persone con i suoi doni. E per il Lunedì di Pentecoste auguro: alla Zona Centro una intensa giornata di spiritualità con i gruppi di preghiera ed i movimenti religiosi alla Mci di Rüsselsheim; alla Zona Sud un gioioso e fruttuoso Pellegrinaggio alla Madonna di Zwiefalten. Ricordo che chi ha bisogno di ulteriori pieghevoli per il Meeting dei Giovani del 20 giugno ad Aschaffenburg, non ha che da chiederli.

Buon lavoro e cari saluti.

p. Tobia Bassanelli, Delegato

Deutsche Bischofskonferenz
Chiesa Cattolica Italiana
Bistums Limburg
Corriere d'Italia