Delegazione MCI

Circolare nr. 10/2015

Carissimi,

siamo alla vigilia della conclusione del Sinodo: ci auguriamo che porti un vero impulso di rinnovamento in tutte le famiglie della Chiesa e delle nostre Comunità. Sta terminando il mese di ottobre, il mese mariano e missionario, e ci aspetta il mese dei defunti, che renderà più quotidiano il pensiero delle “ultime realtà” e la preghiera per quanti ci hanno preceduti nell’aldilà.

Tenuto a Brescia il Convegno Europeo delle Mci in Europa – A 10 anni dal Convegno Europeo di Bellaria/Rimini (2005) ed a 7 da quello di Lione (2008) ha avuto luogo nei giorni 12-16 ottobre 2015, presso il Centro Pastorale Paolo VI di Brescia, il Convegno delle Missioni cattoliche italiane in Europa, promosso dalla Migrantes sul tema “Gli emigrant italiani e le chiese in Europa, a 50 anni dal Concilio Vaticano II”. Lo scopo era di ricordare la chiusura del Concilio visitando anche i luoghi di nascita dei Papi del Concilio, Papa Giovanni (Sotto il Monte, Bergamo) e Paolo VI (Concesio, Brescia). 140 i partecipanti, di cui 36 dalla Germania, con tre relatori alle tavole rotonde: il Referent della diocesi di Fulda Pfr. Hans Paul Dehm (per la Chiesa tedesca), p. Tobia Bassanelli (per la Delegazione) e don Pierluigi Vignola (per la Comunità di Amburgo). In attesa che escano gli Atti, il programma e parte delle relazioni, come la cronaca, come alcune foto, si possono vedere sul sito della Migrantes (www.migrantes.it). Significativa la presenza durante tutto il Convegno di Mons. Guerino Di Tora (presidente Ucemi/Migrantes). La messa a Nigoline (sui luoghi bonomelliani) è stata presieduta dal Segretario Generale della Cei mons. Nunzio Galantino, che ha portato i saluti delle Conferenza Episcopale italiana. Tra le alter cose sono stati festeggiati il 50° di messa di p. Natali (Paderborn/Lippstadt) ed il 25° di sacerdozio di don Mietek (Norimberga). Allego la mia relazione (completa), per mancanza di tempo presentata solo a metà.

Mci di Hannover: don Gianni Paganini rientra in Italia – Con una commovente celebrazione eucaristica, che ha presieduto con 6 concelebranti (tra cui il suo successore fra Anto ed il missionario di Wolfsburg don Hutsal), seguita da un rinfresco, domenica 18 ottobre 2015 don Gianni Paganini si è congedato dopo 17 anni di servizio dalla Comunità di Hannover. Vi era giunto il primo febbraio del 1998, con alle spalle un esperienza in alcune altre Missioni (cappellano a Dortmund dal suo arrivo in Germania, l’1.8.1982, poi parroco a Offenbach/Dreieich, a Krefeld/Mönchengladbach ed a Berlino). Per parecchi anni è stato Delegato Zonale (Lega Anseatica) e membro del Consiglio di Delegazione. La malattia lo costringe ora al rientro in Italia. Andrà al suo paese natio, a Orzivecchi (BS), dai suoi familiari, dove potrà avere una maggiore e più efficace assistenza. Ecco l’indirizzo: Via Caduti sul lavoro 7, 25030 Orzivecchi (Brescia), tel. 030 9465541. Allego il breve saluto di addio e di gratitudine tenuto durante la Messa a nome di tutti noi per i suoi 34 anni di Germania, grazie che qui rinnovo assieme agli auguri di buon rientro e di piena guarigione.

Verso gli incontri del Consiglio di Delegazione e delle Zone – Il 9-10 novembre 2015 si riunisce all’Erbacher Hof di Mainz il Consiglio di Delegazione, in preparazione anche degli incontri di Zona, che avranno luogo lunedì 23 novembre (Zona Nord), martedì 24 novembre (Zona Sud), mercoledì 25 (Zona Centro) e giovedì 26 (Baviera). Molti i temi che ci attendono: gli impulsi venuti dal Convegno Europeo di Brescia, le indicazioni del Sinodo sulla famiglia, il Giubileo straordinario della Misericordia (inizia l’8 dicembre 2015), l’attualità segnata dagli alti e continui arrivi dei richiedenti asilo. Non deve passare nel dimenticatoio e sotto silenzio il recente documento della Conferenza Episcopale Tedesca “Gemeinsam Kirche sei. Wort der deutschen Bischöfe zur Erneuerung der Pastoral“, redatto a conclusione del Dialogsprozess (2011-2015) e per ricordare i 50 anni dalla chiusura del Vaticano II. Non sarà facile una sintesi di tanti temi. In ogni caso dovremo fare il tentativo di applicare alle nostre Comunità le proposte più significative. Ogni suggerimento è benvenuto.

I vincitori del Premio della Chiesa tedesca contro la xenofobia – La Conferenza Episcopale Tedesca ha reso noto i vincitori del primo Premio istituito all’inizio dell’anno contro la xenofobia ed il razzismo. 86 i candidati e le proposte presentate. Il primo posto, dotato di 5 mila Euro, è stato assegnato a p. Oliver Potschien ed al suo Centro pastorale Petershof, a Duisburg-Marxloh. Al secondo posto, dotato di 2.500 €, si è classificata l’iniziativa ecumenica “hingucken…denken…einmischen…Magdeburg aktiv gegen rechts”, attiva in città da 8 anni. Il terzo posto, pure dotato di 2.500 €, è andato a „CampusAyl“ della sczuola superiore cattolica di Regensburg. La fede cristiana e l’ostilità contro gli stranieri sono tra loro incompatibili, ha detto il presidente della giuria mons. Trelle nel rendere noti i nomi dei vincitoori. “Dall’ultima Assemblea della Conferenza espiscopale è venuto chiaro il messaggio – continua - che chi odia asilanti e migranti, odia lo stesso Gesù”. Il Premio verrà dato il 3 dicembre 2015 alle ore 17,00 nella Gedenkkirche Maria Regina Martyrum di Berlino, alla presenza del nunzio mons. Eterovic e della vicepresidente del Bundestag Ulla Schmidt.

Avvicendamenti nelle Missioni – Resta ancora aperta la nomina del nuovo Missionario a Berlino. Dopo la disponibilità di don Mietek, la Commissione diocesana per le assunzioni ha chiesto una seconda candidatura, che verrà presentata martedì 27 ottobre (il previsto successore a Norimberga, don Stanislao). P. Leon Velez, dopo tre mesi di aiuto ad Hannover, ha iniziato il suo lavoro nella Missione di Moers. Domenica 25 ottobre il nuovo missionario di Rosenheim p. Pawel Walkowiak fa il suo ingresso ufficiale: s. Messa alle ore 10,30, nella Chiesa di Sankt Josef, e successivo pranzo in Missione. Sempre domenica 25 ottobre la collaboratrice pastorale di Mettmann/Wuppertal Bernardi Maria Rosa si congeda ufficialmente dalla Comunità, con una solenne messa di ringraziamento presso la Chiesa St. Laurentius (a Wuppertal-Elberfeld, alle ore 15,00). Maria Rosa svolge il servizio pastorale nelle due missioni da circa 40 anni. Il rientro in Italia avverrà successivamente. Candidato per una possibile successione è il giovane Tirendi Placido, al momento impegnato nell’apprendimento del tedesco a Coblenza. Vivi auguri ai nuovi arrivati, un grazie sentito a chi parte. 

Libro dedicato agli scritti di p. Tassello – Dopo la morte di p. Graziano Tassello, allo CSERPE ci sono stati molti cambiamenti. Il nuovo direttore è il missionario scalabriniano p. Tobias Kessler, attualmente a Francoforte e quindi in continuo viaggio per Basilea. Nel corso del 2015 il Centro Studi e Ricerche per l’Emigrazione CSERPE di Basilea ha pubblicato il volume in diverse lingue: “Migranti, profeti di comunione. Saggi, conferenze e riflessioni di Giovanni Graziano Tassello. Migrantinnen und Migranten, Vorboten der Communio. Essays, Vorträge und Denkanstösse von Giovanni Graziano Tassello“. Il libro raccoglie diversi testi di p. Tassello ed è stato curato dai collaboratori dello CSERPE. Questa collezione intende fornire una sintesi dell’opera e delle riflessioni di p. Tassello, direttore dello CSERPE dal 1998 fino al giorno della morte, il 24 marzo 2014. I testi scelti illustrano il suo approccio di ricerca interdisciplinare al fenomeno migratorio così come la sua attenzione costante alla missione della chiesa in questo ambito. La prefazione, l'introduzione e diversi apporti sono anche in tedesco ed ogni testo in italiano ha un riassunto in tedesco. Si adatta quindi anche all'approfondimento e al dialogo con la chiesa in Germania, oltre che essere uno strumento di aggiornamento per i missionari di lingua italiana, nonché per i laici collaboratori. Ulteriori informazioni e ordinazioni al sito: www.cserpe.org. In allegato trovate l'introduzione e l'indice del volume in italiano e in tedesco.

P. Pierino Natali (Lippstadt/Paderborn) festeggia i 50 anni di sacerdozio – Dopo aver festeggiato in paese (a Urgnano/BG domenica5 luglio) e nella sua ex-parrocchia a Roma il 50° di ordinazione sacerdotale, ora si accinge a festeggiarlo con tutta la sua Comunità, in collegamento con il 79° compleanno. Sabato 31 ottobre 2015 a Lippstadt, alle ore 17,30 si farà la messa solenne in S. Nicolai, seguita da un “rinfresco-cena”, cui tutti sono invitati. “Vorrei che fosse il giorno del ‘Grazie’ al Signore – scrive p. Pierino su Itallippe, il bollettino parrocchiale – per avermi dato la grazia di donare la mia vita per i fratelli e per la comunità Italiana”. Pochi giorni prima, mercoledì 28, festeggerà con i missionari della Zona: preghiera-vespri alle 17,30 in Missione, con cena successiva. A lui ed a tutti i festeggiati dell’anno, congratulazioni e auguri.

Chiudo sperando di incontrarvi tutti nei Convegni di Zona di novembre, per uno scambio di idee su importanti temi d’attualità. Buon lavoro ed a presto.

 

p. Tobia Bassanelli, Delegato

Deutsche Bischofskonferenz
Chiesa Cattolica Italiana
Bistums Limburg
Corriere d'Italia