Delegazione MCI

Circolare 02/2014

Carissimi,

dopo domani, domenica 19 gennaio, Giornata Mondiale dei Migranti e Rifugiati, sul tema “Verso un mondo migliore”, in tutte le chiese italiane si prega per il mondo delle migrazioni. Anche le offerte verranno destinate a questo scopo. Siamo grati alla Chiesa italiana perché, giustamente impegnata in modo prioritario e più intenso nelle realtà dell’immigrazione in Italia, non ci ha cancellato dalla sua attenzione e dal cuore.

Il Consiglio di Delegazione, riunito a Mainz il 13-14 gennaio, ha approfondito il tema della famiglia in emigrazione oggi, introdotto da una apposita ottima relazione di don Giovanni Ferro. Questo documento, integrato dall’apporto del dibattito, verrà mandato alla Migrantes come nostro contributo al sondaggio promosso dal Vaticano in preparazione al Sinodo di ottobre. Il CdD ha inoltre esaminato e approvato i bilanci consuntivi e preventivi della Delegazione, il programma degli Esercizi Spirituali, le iniziative per il rilancio del Corriere d’Italia (più coinvolgimento delle Mci, assemblee con i lettori, ecc.) e del pensiero religioso del venerdì a Radio Colonia (per interventi qualificati), la nostra partecipazione alla Bilaterale italo-tedesca di Colonia (20-21.02.2014), i contenuti dei prossimi Convegni di Zona delle Mci, dei Giovani e dei Laici (il filone conduttore è sempre quello della “testimonianza cristiana nel mondo d’oggi”, con particolare attenzione alle esperienze concrete sul territorio).

Le Commissioni per il Meeting dei Giovani ed il Convegno Nazionale dei Laici si sono riunite presso la Mci di Mainz lunedì 13 gennaio ed hanno definito ulteriormente quel cammino formativo focalizzato quest’anno, come si diceva sopra, sulla testimonianza cristiana. Allego il verbale della Commissione Giovani, che sicuramente sarà di aiuto per gli incontri di zona dei giovani, a partire da quelli previsti per il prossimo 1 febbraio alla Mci di Gevelsberg per la Zona Nord ed alla Mci di Francoforte per la zona Centro.

Esercizi Spirituali 2014 con il biblista p. Mela – Sono stati spediti (per posta normale) gli inviti per gli Esercizi Spirituali (o Giornate di Spiritualità), che si terranno come sempre a Limburg, nella prima settimana di Quaresima, quest’anno cioè da lunedì 10 a venerdì 14 marzo. Saranno guidati e animati dal biblista p. Roberto Mela, sul tema della “Testimonianza delle origini”, come è stata vissuta dai primi cristiani e come ci è stata tramandata dagli Atti degli Apostoli. La “testimonianza” è il tema del Dialogprozess 2014 e sarà un po’ il cuore di tutti i nostri appuntamenti. Non è certamente secondario avere una chiara idea di come le prime comunità cristiane hanno saputo incarnare i valori del vangelo nei luoghi di residenza e nelle culture di allora, per poter riuscire anche noi, nel mondo di oggi, a fare la stessa operazione, essere cioè comprensibili, credibili, e trasmettere il vangelo che salva.

Sacerdoti anziani e successori – Mi scrive p. Pierino Natali (Missioni di Lippstadt e Paderborn): “Carissimo p. Tobia, mi fa piacere la tua attenzione ai Sacerdoti-missionari che hanno raggiunto i 75 anni e quindi potrebbero essere in pensione o in Ruhe. Bella la richiesta di una relazione per dare alla Migrantes la possibilità di individuare qualche sacerdote che potrebbe continuare il lavoro della Missione. Appena avrò tempo spero di fare una relazione sul lavoro delle mie Missioni e così cedere la responsabilità della continuazione”. Spero che anche altri seguano il buon esempio di p. Pierino (78 anni il prossimo giugno), che ringrazio per la prontezza con cui ha accolto la proposta.

Deceduto l’ex missionario di Hanau don Romano Bertoli – Su segnalazione di don Pietro Bartalesi, che lo aveva cercato per il 40° della Missione e per gli auguri natalizi, veniamo a conoscenza che è deceduto il 2 dicembre scorso don Romano Bertoli, l’ultimo parroco italiano della Comunitá di Hanau. Prima di venire in Germania (il 1 agosto del 1969, a Francoforte, come collaboratore per la zona Höchst), don Romano era stato in Francia, alla Mci di Behren-lés-Forbach (dal 1 settembre del 1963). Il primo marzo del 1971 diventa rettore della Mci di Frankfurt/Höchst. Dopo una pausa in Italia (dall’agosto del 1977), il 1.10.1989 diventa rettore della Missione di Hanau, dove resta fino al 30 settembre del 1995. Al rientro in Italia diventa parroco a Zumaglia (diocesi di Biella), dove era nato il 15 maggio del 1930. Il ricordo del suo generoso lavoro pastorale ad Hanau è sempre molto vivo.

Valorizzare i sacerdoti in pensione – Ci scrive don Bartalesi: “Mentre i presbiteri tedeschi non si dimenticano dei preti vecchi e in pensione e li invitano ai loro convegni, sia pur senza diritto di voto (quelle poche volte che votano!) ma per il resto pienamente accettati, cosicchè oggi nei Konveniat sono talvolta più quelli anziani e in pensione che quelli attivi, noi italiani depenniamo dagli elenchi e non invitiamo alle nostre riunioni quei missionari che non prestano più servizio. Non mi pare un buon riconoscimento al loro lavoro e, nel caso non siano rientrati in Italia, una rinuncia alla loro esperienza e alla loro preghiera. Sarebbe anche interessante avere gli indirizzi in Italia di chi è rientrato. Io personalmente cerco di invitare la comunità a pregare per coloro che si sono dedicati a loro e a ringraziare Domineddio per quello che loro ci hanno dato. Forse è poco. Ma una cartolina di auguri alla fine dell'anno se la meritano! E senza dover cercare in internet o telefonare in delegazione per avere il loro indirizzo“.

Contributi alla Bilaterale – Dalle Mci di Lippstadt/Paderborn ci scrive p. Pierino: “Vi raccomando di dire che noi ‘missioni’ siamo chiesa tedesca, ma con caratteristiche italiane nel modo di vivere la fede, non compatibile con lo stile tedesco. Possiamo entrare nel concetto di Comunità di Comunità, = Chiesa! Abbiamo bisogno di spazio, accoglienza, e sentirci chiesa nella chiesa. Non vogliamo sentirci ospiti, sempre messi da parte, o al massimo accolti: noi siamo parte integrante della chiesa tedesca. Il nostro è il loro Vescovo o meglio è il nostro Vescovo. Sì abbiamo bisogno di crescere, ma anche di avere spazio, come chiesa nella chiesa. Noi siamo anche una ricchezza per la chiesa tedesca, fa bene anche a loro la nostra presenza”. Pienamente d’accordo, anche se andrei adagio a parlare di “incompatibilità” di stili di vita cristiana. Diversi sì, ma appunto per questo la chiesa è bella, anche perché mi sembra abbia superato la stagione delle scomuniche reciproche.

È deceduto p. Gino Marzola – Il 31 dicembre 2013 è deceduto p. Gino Marzola, scalabriniano, ex missionario di Colonia. Lo ha comunicato il confratello p. Valerio durante l’incontro del Consiglio di Delegazione. P. Gino Marzola era nato il 7.7.1943 a Borgoforte (PD) ed era stato ordinato il 25.3.1972. La sua attività pastorale è passata da tanti Paesi: Usa, Portogallo, Canada, Italia, fino ad approdare in Germania, prima a Wuppertal (2000-2001) e poi a Colonia (2001-2012), che lasciava perché dal 1 settembre 2012 assegnato alla Comunità di Arco. Scriveva nel curriculum presentato al suo arrivo in Germania “Voilà, questa è in breve la storia del mio vagabondare per il mondo, dove dappertutto mi sento a casa e nello stesso tempo straniero”. All’Istituto ed ai familiari le nostre condoglianze e ed il ricordo nella preghiera.

In distribuzione gli Atti 2012 – Sono stati finalmente pubblicati gli Atti dei Convegni Nazionali dei Laici e delle Missioni del 2012. È ora in corso ora la distribuzione del fascicolo, nella speranza che ogni tanto venga consultato, sia per per le interessanti relazioni che raccoglie, ma anche per avere chiaro il cammino pastorale che stiamo portando avanti, in modo che con la fine di certe nostre strutture e di tante presenze, la comunità italiana che resta sul territorio possa continuare ad avere una sua vitalità ed una sua visibilità, ben ancorata alla chiesa locale ed animata anche dai collaboratori che stiamo preparando.

Auguro a tutti un buon lavoro pastorale e resto in attesa di altri suggerimenti per la Bilaterale. Cari saluti

 

p. Tobia Bassanelli, Delegato

Deutsche Bischofskonferenz
Chiesa Cattolica Italiana
Bistums Limburg
Corriere d'Italia