Delegazione MCI

Circolare Nr. 02/2017

Carissimi,

in attesa di vederci nei Convegni di Zona della prossima settimana, anticipo alcune informazioni che potranno essere ulteriormente sviluppate in questi incontri, a cui spero che tutti possano partecipare.

Uscito il libro su don Aldo Casadei, primo missionario italiano in Germania – A cura di mons. Silvano Ridolfi e della Migrantes della Diocesi di Cesena-Sarsina, è stato pubblicato un libro su don Aldo Casadei, il primo missionario italiano in Germania. Vi arriva infatti il 1° marzo 1950, mandato a Francoforte dalla Sacra Congregazione Concistoriale. Qui resterà fino al 1960, fondando nel 1951 “La Squilla” (l'attuale “Corriere d'Italia”) e diventando nel 1952 il primo direttore dei missionari italiani in Germania. Dopo un servizio pastorale in Diocesi, torna in emigrazione, questa volta in Svizzera (1966-1973). Diventa direttore dell'UCEI negli anni 1973-1979 e direttore dell'apostolato del mare nel 1980-1983. L'occasione della pubblicazione è stata offerta dal centenario della sua nascita (il 15 novembre 2016). Il volume presenta, oltre alla biografia ed ai discorsi commemorativi in occasione della morte (24.2.2003), uno sguardo sui suoi quaderni di appunti ed una appendice di documenti e di foto. Chi è interessato al volume, lo richieda in Delegazione (libro e spedizione a nostre spese).

La Chiesa Tedesca taglia i contributi ai giornali delle Missioni – L’Associazione delle Diocesi Tedesche (VDD) ha deciso drastici risparmi (6,9 milioni su un bilancio complessivo di 128 milioni). A farne le spese sono in particolare le comunità tedesche all’estero (con un taglio di 2,4 milioni di euro), la Pax Christi e numerose altre Istituzioni. Non sono state risparmiate le pubblicazioni delle Comunità d'altra madre lingua, che fino a quest’anno hanno potuto ricevere un sostegno complessivo di 230.000 euro. Il nostro mensile, il Corriere d’Italia, riceverà nel 2017, per l'ultima volta, un contributo di 35 mila euro. La dura notizia ci è stata comunicata dal Nationaldirektor Stefan Schohe alla recente Jahreskonferenz dei Delegati e dei Referenti diocesani (Augsburg, 24-26.01). Se non ci sono ripensamenti, molto improbabili, dal prossimo anno non ci saranno più contributi per la stampa delle Delegazioni. Mercoledì 1 febbraio abbiamo avuto in Delegazione un incontro con i Delegati Pfr. Budyn (polacchi) e Pfr. Komadina (croati), per far pervenire ai vescovi la nostra contrarietà al provvedimento. Nella lettera alla VDD sottolineiamo il ruolo delle nostre pubblicazioni, importanti strumenti di informazione e di formazione, e chiediamo il ritiro della decisione.

Gli appuntamenti del 2018 - Il Consiglio di Delegazione, riunitosi nei giorni 16-17 gennaio 2017 all’Erbacher Hof di Mainz, tra le diverse decisioni prese ha programmato gli appuntamenti più importanti del prossimo anno (incontri del CdD, Convegni di Zona, Esercizi Spirituali, Convengo Nazionale dei Laici volontari, Meeting dei Giovani, Convegno Nazionale delle Mci, Pellegrinaggi), il cui calendario viene allegato. Prego di prendere già ora nota, per tenersi liberi. Circa la destinazione delle offerte raccolte per i terremotati, è stato deciso di dare la priorità ad un chiesa di parrocchia con i locali per le attività pastorali danneggiati, sulla base del progetto http://www.diocesiascoli.it/index.php/adotta-la-tua-chiesa. È stato incaricato il delegato della Zona Centro Georg Feller a prendere ulteriori contatti con la diocesi di Ascoli Piceno. Nel caso che nessuna chiesa corrisponda alle indicazioni del Consiglio, il contributo fino ad ora raccolto (oltre 40 mila euro) verrà mandato per la costruzione del Centro Comunitario Polivalente di Arquata del Tronto (il progetto proposto dalla Diocesi di Ascoli Piceno). La scelta definitiva, con la lista dei contribuenti, sarà comunicata successivamente.

Chiude il Centro Studi scalabriniano di Basilea - Con una email del 23 gennaio alle Delegazioni della Svizzera e della Germania, il p. Provinciale degli Scalabriniani d'Europa/Africa, p. Gianni Borin, comunica la decisione dell'Istituto di chiudere il Centro Studi CSERPE di Basilea, “nel contesto di una riorganizzazione – scrive - del nostro impegno di approfondimento scientifico e sensibilizzazione nel campo della mobilità umana. Naturalmente – continua - non mancheremo di portare avanti il nostro impegno in Svizzera e in Germania attraverso altri progetti e collaborazioni che stanno maturando ad opera del SIMI http://www.simiroma.org/site/en/ così come della SIMN http://www.simn-global.org/europe.php, oltre che attraverso il costante impegno pastorale in diverse missioni e parrocchie. Nell’area di lingua tedesca P. Tobias Kessler continuerà il suo impegno a servizio dell’approfondimento scientifico, della formazione e della sensibilizzazione da Francoforte, dove da alcuni anni collabora con l’Institut für Weltkirche und Mission” dell’Università Teologica Sankt Georgen. Prendiamo atto di questa drastica decisione, consci comunque che continua la reciproca proficua collaborazione per il bene delle nostre Comunità.

Accompagnamento pastorale degli italiani all'estero: lettera ai vescovi italiani - Con lettera del 12 gennaio 2017 a tutti i vescovi italiani (in allegato), quindi alla vigilia della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato (che si è celebrata domenica 15 gennaio), il Segretario Generale della Conferenza Episcopale Italiana mons. Nunzio Galantino ricorda l'accompagnamento pastorale che la chiesa italiana da oltre un secolo assicura agli emigranti italiani con l'invio di appositi sacerdoti. L'attuale crisi economica “sta creando una nuova stagione di emigrazione. Le nostre Missioni in Europa – scrive - ci segnalano continui arrivi di cittadini italiani e la necessità di rafforzare la cura pastorale, oltre che un'azione di promozione sociale”. Limiti d'età ed il ritiro di tanti istituti religiosi per mancanza di vocazioni portano alla chiusura delle missioni, “rischiando proprio in questo momento di nuova emigrazione di lasciare scoperte città e diocesi dove la presenza dei nostri fedeli sta crescendo”. Da qui l'invito di mons. Galantino ai vescovi italiani di valutare con alcuni presbiteri la possibilità di fare una esperienza pastorale all'estero, nelle comunità di lingua italiana. La nostra Delegazione è infinitamente grata a mons. Galantino per questa iniziativa di sensibilizzazione presso tutte le diocesi italiane.

Arrivano i Convegni di Zona (6-9 febbraio 2017) – La prossima settimana hanno luogo i quattro Convegni di Zona. Si inizia cona la Zona Sud, il cui incontro è previsto per lunedì 6 febbraio, presso la Mci di Metzingen. Martedì tocca alla Zona Nord, che si riunisce peresso la Missione di Lippstadt. Mercoledì siamo al Centro, con l’incontro presso la Mci di Mainz. L’ultima riunione è in Baviera, presso la Mci di Monaco, giovedì 9 febbraio. Al centro di tutti gli incontri (si inizia verso le 9.30-10.00) c’è l’ecumenismo, il tema che ci accompagnerà per tutto il 2017, l’anno del 500° anniversario della Riforma. Altro argomento sarà il rinnovo del Consiglio di Delegazione, che scade il 31 di marzo. Mentre l’elezione del Delegato della Baviera è prevista già nell’incontro di giovedì 9, quella dei Delegati e rispettivi vice delle Zone Nord e Centro avverrà per posta, a cura della Delegazione, dal 15 febbraio al 15 marzo 2017, in concomitanza con il voto per il rappresentante dei collaboratori pastorali assunti. Per i rappresentanti dei giovani e dei laici volontari ci sono altre procedure, già rese note.

La „nomina“ (ufficiosa) della Migrantes - Martedì 17 gennaio su Migrantes Online e tre giorni dopo su Avvenire, a firma di Raffaele Iaria, usciva la seguente notizia: „Padre Tobia Bassanelli è stato riconfermato dalla Conferenza Episcopale Tedesca delegato nazionale delle Missioni Cattoliche Italiane in Germania e Scandinavia. Vice delegato è stato confermato don Luciano Donatelli”. Dopo alcuni dati su di me, si concludeva: “In Germania e Scandinavia risiedono oltre 700mila cittadini con passaporto italiano con oltre 150 operatori tra sacerdoti, religiosi e religiose e laici. A p. Bassanelli e a don Donatelli gli auguri per un proficuo lavoro”. Come tutti sappiamo, c’è stata una consultazione per queste cariche, ed risultati sono noti. Ma la nomina, quella vera e ufficiale, è un'altra cosa, e dovrebbe avvenire in occasione della prossima Plenaria della DBK (il 6-9 marzo a Bensberg). Quindi...aspettiamo!

   

In breve - Ringrazio don Renzo Stefani, in pensione dal primo di gennaio, per la sua disponibilità a restare a Krefeld fina a quando non si troverà un successore. Mi congratulo con p. Joseph Roy e collaboratori (Gevelsberg) per la bella festa di domenica 29 gennaio in occasione dell’apertura dell’anno del 50° della Mci (il momento centrale sarà il 14 maggio, con la presenza del vescovo diocesano). Segnalo che domenica 12 febbraio a Dresda il sindaco di Riace (Calabria) Domenico Lucano riceverà il premio internazionale „Dresden-Preis“ per il suo modello comunale di accoglienza dei rifugiati, assieme ai coniugi Gelardi (Agrigento), che hanno offerto la loro tomba di famiglia per la sepoltura di un rifugiato perito in mare. Ricordo che chi vuole partecipare al Premio della DBK contro il razzismo (http://www.dbk.de/katholischer-preis-gegen-fremdenfeindlichkeit-und-rassismus/home/), deve segnalare candidature e progetti entro il 3 marzo. Già da ora faccio i migliori auguri alla piccola comunità di Mönchengladbach, che sabato 11 febbraio, alle ore 16,00, nella chiesa St. Vitus e poi in parrocchia, festeggia il 40° di fondazione. Per gli interessati al Convegno federale “Vielfalt verbindet” (17-18 febbraio 2017, ad Hannover) in preparazione alla Settimana Interculturale (24-30 settembre 2017), le iscrizioni scadono lunedì 6 febbraio.

 

Allego il recente documento “Die Freude der Liebe” della DBK sulla pastorale matrimoniale e familiare alla luce dell’Amoris Laetitia, e in attesa di vederci ai Convegni di Zona porgo cordiali saluti a tutti.

 

 

p. Tobia Bassanelli, Delegato 

Deutsche Bischofskonferenz
Chiesa Cattolica Italiana
Bistums Limburg
Corriere d'Italia