Delegazione MCI

Circolare 12/2017

Carissimi,

l’Avvento – da domenica 3 dicembre - ci troverà tutti impegnati nella preparazione del Santo Natale, non solo sotto l’aspetto liturgico, molto di più nella sua dimensione spirituale. È il periodo liturgico infatti che alimenta la spiritualità dell’accoglienza, per non perdere le grazie connesse alle continue venute del Signore nella vita personale come in quella comunitaria. L’accoglienza del Signore, nel Natale come in tanti altri momenti, non può che diventare poi accoglienza reciproca, in particolare verso i bisognosi.

MCI Bietigheim-Bissingen: il saluto a don Jean Bosco – Sabato 18 novembre don Jean Bosco ha presieduto la messa dell’addio ufficiale alle Comunità Italiane “Il Buon Pastore” di Bietigheim-Bissingen e “S. Padre Pio” di Markgröningen. Circondato da quattro concelebranti (il parroco locale ed il suo vicario, don Eugenio ed il Delegato), accompagnato dal coro della Comunità e da una folta presenza di parrocchiani, ha ringraziato tutti per la collaborazione ed il calore umano che hanno sostenuto il suo lavoro pastorale. Ho augurato alle due Comunità di fare in modo che anche il suo successore, don Milolo, il cui arrivo è slittato di alcuni giorni, si trovi bene. Dopo la messa si è tenuto il ricevimento, aperto da una proiezione di foto su alcuni dei momenti più significativi della vita parrocchiale e da un breve concerto del coro parrocchiale. Don Milolo, la cui presenza in un primo momento era stata programmata per questo appuntamento, verrà festeggiato in occasione della Festa di Babbo Natale, sabato 9 dicembre, a partire dalla ore 19.00, nella sala della comunità di Bissingen, allietata da Dj Aki e con una bella sorpresa per i più piccoli.

I Salesiani rinunciano alla Missione di Dortmund – L’Ispettoria Salesiana di Pila (Polonia), in seguito ai contatti avviati da don Marek di Mainz, s’era detta disponibile a mandare un proprio sacerdote anche a Dortmund, per continuare l’opera di don Lemma. Il 12 settembre don Adam, vicario provinciale dell’Ispettore polacco don Roman, mandava per email in Delegazione il nominativo ed il “curriculum vitae” del candidato, al fine di avviare la richiesta (inoltrata poi il 25 settembre) presso l’Ispettore Tedesco, p. Reinhard Gesing SDB, competente per autorizzare e portare avanti la pratica presso le debite Istituzioni (diocesi di Paderborn e Casa Generalizia). In un contatto telefonico p. Reinhard mi informava che voleva coinvolgere nella decisione il suo Consiglio, e quindi di avere un po’ di pazienza. La risposta arrivava con lettera dell’8 di novembre. L’Istituto, pur molto impegnato nel lavoro con i migranti, non manda nessuno, perchè ritiene fondamentale per i confratelli la vita in una comunità religiosa, non possibile a Dortmund. È una indicazione del Capitolo Generale, che ora la l’Ispettoria tedesca intende rispettare. Nelle nostre Missioni sono circa una quindicina i religiosi “solitari”, che non vivono in comunità religiosa. Il problema è secolare. Come la domanda: viene prima l’Istituto o la Chiesa? In ogni caso per la Mci di Dormund è pronto un nuovo missionario: dal 01.03.2018.

Terremoto: il grazie del vescovo di Ascoli Piceno – Don Alberto, dell’Ufficio riscostruzione post-sisma della diocesi di Ascoli Piceno, nell’augurarci “buon avvento”, ci invia una lettera di ringraziamento del vescovo mons. Giovanni D’Ercole e ci segnala un altro importante progetto, la costruzione di un Centro di formazione. Alla diocesi di Ascoli Piceno avevamo mandato 60.000 euro, frutto delle collette fatte nelle nostre Comunità dopo il terremoto dell’agosto 2016, raccolte sul Fondo di Solidarietà della Delegazione ed inviate per sostenere la ricostruzione del Centro comunitario plurifunzionale di Acquasanta Terme. Oggi “purtroppo i riflettori si sono abbassati – scrive il vescovo - ma le difficoltà ed i problemi continuano e le situazioni di bisogno sono sempre tante. Approfittiamo di questo Avvento per riscoprire Dio che viene a consolarci, che viene a condividere i nostri momenti di fatica. Perchè il nostro Dio ha scelto di stare con gli ultimi, e noi siamo tutti un po’ ultimi. Togliamo la polvere che si è depositata sulla nostra relazione con Lui e riscopriremo il suo volto”. Ci augura un “Avvento di carità”. Per chi vuole continuare a sostenere la ricostruzione, il Fondo di Solidarietà della Delegazione resta sempre a disposizione.

 

Dedicata ai migranti la Giornata Mondiale della Pace (1.1.2018) - E’ centrato sul tema “Migranti e rifugiati: uomini e donne in cerca di pace” il Messaggio del Papa per la Giornata mondiale della pace che si celebrerà, come ogni anno, il 1° gennaio. Papa Francesco ricorda gli oltre 250 milioni di migranti nel mondo, dei quali 22 milioni e mezzo sono rifugiati. Tutti alla ricerca di “un luogo dove vivere in pace” a causa di guerra, fame, “discriminazioni, persecuzioni, povertà e degrado ambientale”. I migranti e i rifugiati sono “uomini e donne in cerca di pace”. Perciò i cittadini nei Paesi di destinazione e i governanti sono invitati a praticare “la virtù della prudenza” per “accogliere, promuovere, proteggere e integrare” i migranti e rifugiati, “stabilendo misure pratiche”, “nei limiti consentiti dal bene rettamente inteso”. È questo, in sintesi, l’invito di Papa Francesco contenuto nel Messaggio. Il Papa mette in guardia contro la “retorica” di chi “fomenta la paura dei migranti a fini politici” seminando “violenza, discriminazione razziale e xenofobia”, ed esorta le nazioni ad approvare i patti globali Onu per migrazioni sicure e per i rifugiati.

Il 2 dicembre a Stoccarda la presentazione del Rapporto Italiani nel Mondo - Organizzato dalle ACLI del Baden-Württemberg, in collaborazione con la Migrantes, la Delegazione e la Comunità S.Giorgio, viene presentato il 2 dicembre, alle ore 16.00, presso la Missione (Heilbronner Strasse 133), il Rapporto Italiani nel Mondo della Migrantes. Alla presentazione, curata da Toni Ricciardi dell’Università di Ginevra, partecipano con interventi specifici, tra gli altri, il Console Massimo Darchini, il Vice Segretario Generale per l'Europa del Cgie Giuseppe Maggio e il presidente delle ACLI BW Giuseppe Tabbì. Farà i saluti il responsabile della Comunità P. Daniele Sartori, seguito da quelli di Duilio Zanibellato (Presidente ACLI Germania) e di Tommaso Conte (presidente Intercomites Germania e del Comites Stoccarda). Modera l’incontro la giornalista di Cosmo-Radio Colonia Luciana Mella. Dal 2006 al 2017 la mobilità italiana è aumentata del 60,1% passando da poco più di 3 milioni a quasi 5 milioni di cittadini ufficiali. Al 1° gennaio 2017 gli italiani iscritti all’Anagrafe dei Residenti all’Estero (AIRE) erano 4.973.942, l’8,2% degli oltre 60,5 milioni di residenti in Italia. Oltre la metà (2.684.325 milioni) risiede in Europa (54,0%). I Paesi con le comunità più numerose sono l’Argentina (804.260), la Germania (723.846) e la Svizzera (606.578). Nel 2016 gli espatri sono stati 124.076 (+15,4% rispetto al 2015), di cui oltre 19.000 in Germania.

Missioni di Tuttlingen e Rottweil: don Stan succede a p. Edward – Le Comunità italiane di Tuttlingen e Rottweil si preparano a dare l’addio a p. Edwart Nocun e ad accogliere il suo successore don Stan-William Ede. Il cambio avverrà a fine mese, domenica 31 dicembre, con le s. messe delle ore 11.00 a Rottweil e delle 17.45 a Tuttlingen. La Comunità di Rottweil darà l’addio ufficiale a p. Edward già nella messa delle 11.00 di domenica 17 dicembre. Don Stan, presentato in diocesi al Referent Ulrich Reif giovedì 16 novembre, ha già fatto una breve visita alle due Comunità, per concordare alcuni dettagli del suo arrivo. Originario della diocesi di Auchi (Nigeria), è stato ordinato sacerdote il 4 novembre 2006. Ha studiato a Roma, ottenendo il Baccalaureato in teologia all’Università Urbaniana e la licenza in Sacra Scrittura al Pontificio Istituto Biblico. Conosce più lingue. Si spera che il visto per la Germania non si prolunghi troppo nel tempo, in modo che la Diocesi possa avviare le debite procedure per l’assunzione. Grazie a p. Edward, ben arrivato a don Stan.

Entro il 17.12. le iscrizioni agli Esercizi Spirituali 2018 – Ricordo che domenica 17 dicembre scade il termine per l’iscrizione agli Esercizi Spirituali del prossimo anno. Come già da tempo noto, si terranno nell’abbazia di Münsterschwarzach (quella del noto autore di libri religiosi P. Anselm Grün) dal 19 al 23 febbraio 2018. Allego invito e programma, già spediti per posta normale a tutte le Comunità all’inizio di novembre. Li guiderà mons. Agostino Superbo, arcivescovo emerito di Potenza, sul tema “Sulle orme del discepolo amato”, modulati come “Lectio divina” di vari passi biblici. Nell’anno che abbiamo voluto dedicare ai giovani, l’approccio biblico-spirituale al mondo giovanile ed al tema della sequela sarà sicuramente molto stimolante. Le iscrizioni stanno però andando a rilento. Non so se per pigrizia, o perchè si provvede diversamente (con le offerte delle Diocesi, degli Istituti Religiosi, delle Case di formazione), o perchè si aspetta sempre l’ultimo momento. Sicuramente una verifica al prossimo CdD andrà fatta: se mantenere ancora questa offerta fomativa (che è anche una possibilità di incontro tra gli operatori pastorali), o lasciar perdere.

Deceduta sr Maria Rosaria Malzone, ex missionaria a Düsseldorf e Norimberga  

Riceviamo oggi la dolorosa notizia che il 28 novembre, nella comunità di Alba “Divina Provvidenza” delle Figlie di S. Paolo, il Signore ha chiamato a sé Malzone sr Maria Rosaria. Nata a Salerno il 21 giugno 1940, entrò nella Congregazione delle Paoline il 7 gennaio 1963, dove emise i voti perpetui il 29 giugno 1972. L’anno successivo, nel settembre del 1973, viene come missionaria in Germania, prima a Düsseldorf e poi dal 1977 a Norimberga, impegnata nella pastorale della Comunità italiana. Oltre alla catechesi, la liturgia, gli incontri biblici, le giornate di spiritualità, ha curato tra l’altro il periodico “Aperti alla speranza” ed il pensiero religioso delle trasmissioni di “Radio Monaco” per gli italiani della Baviera (a quel tempo oltre 18.000). In occasione del suo rientro in Italia, nel 2009, anche per motivi di salute, scrivevano i rappresentanti della Comunità: “Per oltre 35 anni Sr M. Rosaria ha svolto un lavoro straordinario, mettendosi al servizio dei più deboli ed emarginati…basta ricordare la sua presenza settimanale nelle carceri, il suo amore ai giovani, i lunghissimi pomeriggi in Missione” per le tante attività parocchiali. “Ci manca tantissimo”. La affidiamo nella preghiera al Signore, grati per tutto il lavoro svolto nelle due Comunità italiane di Düsseldorf e di Norimberga.

In breve – Sabato 9 dicembre, con la messa delle ore 18.00, la Fraternità Francescana di Aschaffenburg festeggia il 25° di professione di Sr. Paola Imperatori. Cari auguri. A Stoccarda l’addio ufficiale a don Mutti, fatto slittare nell‘incontro di zona del 6 novembre ad una data successiva (per molteplici motivi), è stato fissato per sabato 17 febbraio 2018, alle ore 16.00 nella Chiesa di S. Nicola (s. Messa e rinfresco).

Don Leon (Mci di Moers), al momento in Colombia per una visita alla mamma ammalata, viene sostituito da don Juan Carlos (fino al 15.12.) e da don Felipe (fino al nuovo anno).

Allego la lettera ai Missionari del Team Meeting Giovani, già diffusa ai Convegni di Zona di novembre con un loro volantino. Allego gli appuntamenti del 2018 tradotti in tedesco, foglio che può venir utile per le parrocchie o i referenti diocesani.

Chiudo augurando un Avvento fecondo. Cari saluti.

p. Tobia Bassanelli, Delegato 

Deutsche Bischofskonferenz
Chiesa Cattolica Italiana
Bistums Limburg
Corriere d'Italia