Delegazione MCI

Circolare 11/2018

Carissimi,

siamo entrati nel mese che la tradizione cristiana dedica al ricordo dei defunti. I morti sono quelli che tante volte ci riempiono le chiese. Sono quindi più vivi che mai. Le messe per loro sono la miglior professione della nostra fede nella risurrezione e nella vita eterna, quella presso Dio, dopo l’esistenza terrena.

 

Riunito il Consiglio di Delegazione – Nei giorni 15-16 di ottobre, ad Aschaffenburg, presso la Fraternità Francescana di Betania, si è riunito il Consiglio di Delegazione. Per la prima volta vi ha partecipato p. Bruno (Augsburg/Kempten), in sostituzione di don Mietek, trattenuto da altri impegni. Il CdD ha dato una valutazione positiva del CN a Erfurt, le cui conclusioni pratiche erano state affidate al rappresentante dei giovani. Raffaele Garofalo ha letto il testo finale, che è stato approvato (qui allegato). Il tema del nuovo anno pastorale verte sul contributo della chiesa (e quindi delle nostre Comunità) alla coesione sociale. Gli Esercizi Spirituali (18-22 marzo 2019) verranno predicati da p. Sergio Rotaspergi (proposto anche per il CN dei Laici), sul tema “Va’ e anche tu fa’ lo stesso” (Lc 10,37). Per il Convegno Nazionale 2019 sono stati indicati diversi nominativi, da contattare. I convegni delle Zone di novembre verranno dedicati alle conclusioni del Convegno Nazionale e del Sinodo.

 

Il Sinodo sui giovani ed i migranti – Il Sinodo sui giovani si è concluso con l’approvazione di un lungo documento, che dedica esplicitamente alcuni paragrafi ai migranti (in allegato), presentati come “paradigma del nostro tempo”, capace di illuminare in particolare “la condizione giovanile” e di ricordare “la condizione originaria della fede, ovvero quella di essere ’stranieri e pellegrini sulla terra’ (Eb 11,13)”. Per il Sinodo “i fenomeni migratori rappresentano a livello mondiale un fenomeno strutturale e non un’emergenza transitoria”. La Chiesa si preoccupa in particolare di “coloro che fuggono dalla guerra, dalla violenza, dalla persecuzione politica o religiosa, dai disastri naturali dovuti anche ai cambiamenti climatici e dalla povertà estrema: molti di loro sono giovani”, alla ricerca di nuove opportunità. Altri partono attratti dalla cultura occidentale, talvolta con “aspettative irrealistiche che li espongono a pesanti delusioni”. Nei Paesi di arrivo le migrazioni a volte “suscitano allarme e paure, spesso fomentate e sfruttate a fini politici. Si diffonde così una mentalità xenofoba, di chiusura e di ripiegamento su sé stessi, a cui occorre reagire con decisione”.

 

Incontro a Roma dei Delegati d’Europa – I Delegati/Coordinatori delle Mci d’Europa si sono incontrati mercoledì 24 ottobre a Roma, presso la sede della Migrantes. Due punti in particolare all’ordine del giorno: la presentazione del volume “Emigrazione” del cofanetto “Impronte e scie” (di Simone Varisco) e del Covegno Nazionale Migrantes del 24-26 aprile 2019 al Centro Pastorale di Seveso (Milano) sul tema “Tessitori di Comunità – Colori diversi per un’unica tenda” (in allegato il programma provvisorio), che riunirà i missionari degli italiani all’estero, i cappellani degli stranieri in Italia, Direttori Migrantes e collaboratori. Parte del tempo è stato dedicato alla individuazione di alcuni criteri per l’invio di nuovi sacerdoti nelle Comunità all’estero. Nelle varie, ho presentato le due proposte del nostro CdD: l’organizzazione in Italia nel 2019 della Bilaterale (l’incontro tra la Migrantes/Cemi e la Commissione tedesca per l’Ausländerseelsorge, come programmato nel 2014 a Colonia) e la promozione nel 2020 di un Convegno Europeo delle Missioni, a 5 anni da quello di Brescia e nel 50° anniversario dell’istituzione del Dicastero pontificio per la mobilità (19 marzo 1970). Per ora non sono state prese delle decisioni.

 

Presentato il Rapporto Italiani nel mondo 2018 – A Roma, nell’auditorium “V. Bachelet” del The Church Palace (ex Domus Mariae), è stato presentato il “Rapporto Italiani nel mondo 2018” della Fondazione Migrantes, giunto alla XIII edizione. Unico in Italia, il rapporto ha coinvolto 64 autori, in Italia e all’estero, che, coordinati dalla dott.ssa Delfina Licata, hanno lavorato a 50 saggi. L’edizione di quest’anno è dedicata alla neo-mobilità dei giovani e delle famiglie, che partono dall’Italia alla volta dell’estero. La Germania, con 20.007 nuovi arrivi nel 2017, è la meta preferita, seguita dal Regno Unito (18.517), Francia (12.897) e Svizzera (11.951). Negli ultimi 12 anni gli italiani emigrati all’estero sono aumentati del 64,7%, passando dai 3.1 milioni del 2006 ai 5,1 milioni del 2018. Solo l’anno scorso i nuovi iscritti all’Aire sono stati 243 mila. Alla presentazione, moderata dalla giornalista Francesca Fialdini, hanno partecipato: don Giovanni De Robertis, diretttore generale della Migrantes; mons. Guerino di Tora, presidente della Migrantes e della Cemi; Vincenzo Morgante, direttore di TV2000; Delfina Licata, curatrice del Rapporto; Piergiorgio Sciacqua, vicepresidente nazionale Mcl; Michele Schiavone, segretario generale del Cgie; l’on. Ricardo Merlo, sottosegretario del Mae con delega agli italiani nel mondo, ed il card. Gualtiero Bassetti, che ha chiuso di lavori.

 

In servizio il nuovo Nationaldirektor für die Ausländerseelsorge dr. Lukas – Dal primo di ottobre 2018 ha preso servizio a Bonn, presso il segretariato della Conferenza Episcopale Tedesca, il nuovo Direttore Nazionale per le Comunità d’altra madre lingua, il dr. Lukas Schreiber. Succede a Stefan Schohe, andato in pensione con il primo di agosto. Gli abbiamo mandato un messaggio di saluto e di augurio, garantendogli la nostra piena collaborazione nell’accompagnamento religioso degli italiani in Germania. Nella sua risposta, ha espresso il desiderio di incontrare al più presto le Delegazioni delle Comunità d’altra madre lingua e gli Sprecher degli stranieri in Germania. Sarà da noi in Delegazione lunedì 19 novembre 2018, alle ore 15.00, per un primo colloquio di reciproca conoscenza e di avvio di un lavoro comune. Presenterò una panoramica della nostra organizzazione e delle nostre Comunità, con i rispettivi problemi, attese e progetti, aperto a tutte le indicazioni che mi verranno da voi. Lo inviterò al Convegno Nazionale del prossimo anno.

 

In arrivo i Convegni di Zona di novembre – Tutti i Coordinatori delle quattro Zone pastorali in cui sono state raggruppate le Comunità di lingua italiana in Germania, hanno provveduto per tempo ad inviare alle rispettive Mci gli inviti per i prossimi Convegni, con i luoghi, le date ed i programmi degli incontri. La zona Sud si incontrerà lunedì 5 novembre a Esslingen, con inizio alle ore 10.00, il cui ordine del giorno prevede tra l’altro la votazione del coordinatore di zona e del gruppo di rappresentanza presso la diocesi. La zona Nord si riunisce presso la Mci di Hannover martedì 6 novembre. La Zona Centro ha programmato il proprio incontro per mercoledì 7 novembre presso la Missione di Francoforte/Centro e la Baviera giovedì 8 presso la Mci di Monaco di Baviera. La riflessione centrale degli incontri verterà sulle conclusioni del Convegno Nazionale e Erfurt e del Sinodo, in modo da concretizzare nel proprio territorio le iniziative adeguate per una pastorale giovanile che sa incontrare e dialogare con i giovani. Impresa non facile, ma possibile.

 

Don Piergiorgio Fantastico, nuovo Missionario e Neu-Ulm e Ulm – Con decreto del 23 ottobre 2018, a firma del vicario generale di Augsburg Harald Heinrich, in vigore dal 1.11.2018, don Piergiorgio Fantastico è stato nominato responsabile delle Comunità di Neu-Ulm e di Ulm. L’ingresso ufficiale sarà domenica 11 novembre a Neu-Ulm-Offenhausen con una solenne concelebrazione alle ore 17.00 nella chiesa St. Albert, presenti tra gli altri mons. Alessandro Perego, che leggerà il decreto di nomina e porterà i saluti del vescovo, il predecessore don Giuseppe Gilberti, che si congederà ufficialmente dalla due Comunità, il sottoscritto p. Tobia, che porterà il saluto e gli auguri del Consiglio di Delegazione. Seguirà un rinfresco nella vicina sala St. Albert (Goethestr. 5). Don Piergiorgio, originario di Nardò (Puglia), incardinato nella diocesi di Nardó-Gallipoli, è stato ordinato sacerdote il 30 settembre 1993 ed ha svolto il ministero presbiterale in diverse parrocchie della diocesi. Ultimamente era Direttore della Caritas diocesana. A lui ben arrivato e tanti cari auguri per il nuovo lavoro pastorale. A don Giuseppe un rinnovato immenso grazie per i suoi 36 anni di generoso impegno in Germania. Scrive ai parrocchiani che ora lascia: “Sono molto affezionato e legato a voi, perché qui ho trascorso gli anni più belli della mia vita”.

 

Pubblicazioni. “Colpevole d’innocenza – Le scomode verità”, di don Pierluigi

È uscito il 5 ottobre 2018, pubblicato dalle Edizioni Sant’Antonio, il libro di don Pierluigi Vignola “Colpevole d’innocenza. Le scomode verità”. Sono “semplici riflessioni - recita il sottotitolo – sui casi Claps ed Esposito, nella testimonianza di un prete calunniato”. Si tratta di un “saggio” – spiega in copertina don Pierluigi –“che cerca di ovviare a lacune macroscopiche e volute. Sviluppare, dunque, il ‘contro processo’ al processo mediatico al quale il sottoscritto è stato sottoposto in questi anni, fornendo al lettore una documentazione ampia e precisa, è necessario soprattutto perché la tendenza è quella di ignorare i fatti che non coincidono con la versione di chi desidera che solo la propria verità appaia a tutti i costi”. Il libro, oltre che contribuire alla verità sui casi Claps ed Esposito, tranquillizza in particolare i connazionali che, appena saputo il nome del nuovo missionario in arrivo 4 anni fa ad Amburgo, erano andati su Internet per conoscerne il profilo, imbattendosi invece nelle calunnie e nel fango di cui era stato ricoperto dai media. Per chi è interessato al libro, lo può comprare sul sito www.morebooks.shop, al prezzo di 17.90 euro. Una intervista a don Pierluigi esce sul Corriere d’Italia di novembre. 

 

Brevi. È deceduto il 4 ottobre, all’età di 80, dopo un periodo di ricovero in ospedale, p. Hans-Winfried Jüngling SJ, ex-professore di Sacra Scrittura del corso di teologia per laici della Zona Centro (anno accademico 2009/2010).

La signora Daniela Crosio il 31.10.2018 ha terminato il suo servizio di segretaria presso la Missione di Neu-Ulm e Ulm, dopo 10 anni di lavoro. Dal 1.11.18 ha preso il suo posto la signora Gianna Di Marco, di 37 anni, nata in Germania ma di origine siciliana, sposata, con due figlie, operatrice presso il locale patronato delle Acli. Grazie a Daniela, auguri a Gianna.

Domenica 28 ottobre è deceduto a Bergamo il sig. Luigi Natali, fratello di p. Pierino Natali (Mci di Lippstadt). I funerali hanno avuto luogo nella chiesa di Urgnano (BG) martedì 30 ottobre. Lo ricordiamo nella preghiera.

Tra gli allegati: il manifesto del Premio contro xenofobia e razzismo della DBK e l'intervento del card. Bassetti alla presentazione del Rapporto italiani nel mondo.

Concludo ricordando che, nel mese in cui la preghiera ci collega in modo speciale ai cari che ci hanno lasciato, il nostro pensiero va con gratitudine anche a tutti i Missionari ed i Collaboratori/trici che hanno operato nelle nostre Comunità e che ora sono presso il Risorto, nella patria celeste. Un caro saluto ed a presto.

 

p. Tobia Bassanelli, Delegato

Deutsche Bischofskonferenz
Chiesa Cattolica Italiana
Bistums Limburg
Corriere d'Italia