Delegazione MCI

Circolare 03/2017

Carissimi,

da pochi giorni abbiamo iniziato la Quaresima e diversi di noi la prossima settimana saranno al Kloster di Neustadt/W per gli Esercizi Spirituali. Questa Quaresima cade nel 500° anniversario della Riforma di Lutero. La Chiesa – lo sappiamo – “semper reformanda est”. E siccome la Chiesa siamo noi, sappiamo anche da dove deve partire ogni rinnovamento spirituale.

Mons. Perego nominato arcivescovo di Ferrara-Comacchio – La notizia mi è giunta mercoledì 15 febbraio, da una telefonata di mons. Di Tora, pochi minuti dopo averla comunicata nella sede della Migrantes. Negli stessi orari era stata data nella curia di Ferrara. In una email al Direttore Generale della Migrantes mi sono subito congratulato per il suo nuovo importante incarico pastorale e gli ho fatto i migliori auguri, a nome anche di tutte le nostre Comunità in Germania. Negli allegati trovate il suo curriculum vitae e la lettera con cui mons. Di Tora ha informato le strutture della Migrantes in Italia e all’estero. La stampa ha subito visto in questa nomina una attenzione del Papa al mondo della mobilità umana, un riconoscimento a mons. Perego per la sua grande dedizione agli immigrati in Italia, il suo forte impegno per la tutela dei loro diritti e della loro dignità. Andrà a fare il vescovo anche di Goro e Gorino, i paesi noti per le barricate anti immigrati. Rinnoviamo a mons. Perego gli auguri, che accompagnamo con il sostegno della preghiera. L’ordinazione a vescovo sarà sabato 6 maggio a Cremona, l’ingresso a Ferrara sabato 3 giugno.

Zone e Collaboratori: in corso fino al 15 marzo le votazioni – Sono in corso le votazioni nelle Zone Nord e Centro per l’elezione dei rispettivi Delegati e dei Vicedelegati, che faranno poi parte d’ufficio del Consiglio di Delegazione. Le votazioni avvengono per posta. Partecipano al voto tutti gli operatori pastorali (sacerdoti, suore e laici) assunti nelle Comunità di lingua italiana. A tutti gli aventi diritto è stato spedito il plico elettorale contenente, oltre alla lettera che spiega la procedura, tutto il materiale per il voto: scheda elettorale, busta bianca, busta preindirizzata. La scheda elettorale, una volta espresso il voto, va inserita e chiusa nella busta bianca, che a sua volta va messa nella busta preindirizzata (con il nome del mittente e l’indirizzo della Delegazione) e restituita entro il 15 marzo 2017 (vale il timbro postale). Lo spoglio delle schede avrà luogo venerdì 17 marzo in Delegazione. Contemporaneamente è in corso l’elezione del rappresentante dei Collboratori pastorali laici assunti, con gli stessi criteri e la stessa data di restituzione della scheda. Quindi attenzione: entro il 15 marzo rispedire la scheda votata.

Don Mietek riconfermato delegato della Baviera – Tutti i recenti convegni di Zona (6-9 febbraio 2017), hanno dedicato gran parte del tempo alla riflessione sull’ecumenismo, come proposto dal CdD. Nella Zona Sud essa è stata introdotta dal parroco di Metzingen, in Baviera (a Monaco) da don Gino Levorato, nella Zona Centro (a Mainz) dal dr. Georg Schütz e nella Zona Nord (a Lippstadt) da don Ferro. Sono emersi i motivi, tra l’altro, per cui questa tematica è poco sentita tra i fedeli delle nostre Comunità, anche se i molti matrimoni misti e battesimi dei rispettivi figli la rendono ben presente nella nostra pastorale. Nel convegno della Baviera ha inoltre avuto luogo la votazione per il Delegato di Zona. È stato ricofermato il missionario di Norimberga, don Mietek, con 9 voti su 13 presenti. Come suo collaboratore o sostituto è stato eletto il missionario di Augsburg/Kempten, don Bruno, con 8 voti. Ad ambedue i migliori auguri di buon lavoro.

Riunito il Team del Meeting Giovani – Domenica 12 febbraio si è riunito a Würzburg il Team del Meeting Giovani. Secondo il verbale dell’incontro, Isabella intenderebbe ricandidarsi per il prossimo quinquennio, anche se il CdD ha posto un limite d’età (non oltre i 25 anni) al rappresentante dei giovani nel Consiglio stesso. L’intenzione sarebbe di affiancarsi di una persona più giovane, da preparare a succederle. Il dibattito articola poi meglio questa idea, ipotizzando la formazione di due gruppi, con la prospettiva che quello più giovane subentri successivamente all’attuale team. Viene ricordata l’importanza del gruppo Facebook, ora affidato a Brigitte, per il quale si decide di realizzare un video. Il dibattito sul programma del Meeting puntualizza sia la tematica (tra cui la dimensione ecumenica e la capacità di gestire i conflitti) come l’organizzazione delle due giornate. Vengono suddivisi i compiti e fissate la date dei prossimi incontri: sabato 25 marzo e il 22 aprile.  

Definito il programma del Convegno Nazionale dei Laici (19-21 maggio 2017) – La Commissione Formazione si è riunita sabato 25 febbraio a Mainz ed ha preparato il programma del Convegno Nazionale Laici di quest’anno, che, come da tempo si sa, si terrà dal 19 al 21 maggio nella tradizionale sede di Simmern/Ww (Bildungshaus Berg Moriah). In allegato trovate sia l’invito (con la scheda di iscrizione) che lo svolgimento delle giornate. Vi verranno inviati anche per posta. L’importante è di passarli alle persone interessate (almeno ai membri del Consiglio Pastorale ed agli altri collaboratori pastorali volontari). I costi restano quelli degli altri anni: quota di 40 euro di iscrizione (che è personale), da versare sul conto della Delegazione. Questa quota in genere copre un terzo dei costi: il resto verrà ripartito tra Delegazione e Missione di appartenenza. Il tema scelto “Uno in Cristo” rientra nella grande riflessione ecumenica a 500 anni dalla Riforma che abbiamo avviato nelle nostre Comunità. Ricordo che le iscrizioni vanno inviate entro il 7 aprile.

Zona Sud: il 4 marzo inizia la Scuola di Telogia per Laici – Prende avvio domani, sabato 4 marzo 2017, la Scuola di Teologia per Laici della Zona Sud. Gli incontri si terranno a Esslingen, nella sala della Chiesa di Sant’Elisabeth (Häuserhaldenweg 38), dalle 9.00 alle 13.00, sul tema „I 500 anni della Riforma Protestante (1517-2017)“. La prima lezione è dedicata a Martin Lutero: la vita, le opere e la nascita della Riforma protestante. Gli appuntamenti successivi sono: il 18 marzo (la teologia della giustificazione nella Riforma e lo scontro con i cattolici, “sola fede, sola gratiae”); il 22 aprile (il sacramento della Eucarestia: valore e significato nella prospettiva protestante e in quella cattolica), il 13 maggio (il culto dei Santi e della Madonna nella Riforma) ed il 10 giugno (il dialogo interreligioso tra cattolici e protestanti: a che punto siamo?). Per informazioni e iscrizioni rivolgersi al delegato di Zona e responsabile del Corso don Gregorio Milone (0711-350392).

Zona Nord: giornata di spiritualità domenica 5 marzo – Incaricato dai partecipanti all’ultimo incontro di Zona, il collaboratore pastorale volontario della Mci di Moers, con invito del 17 febbraio (assieme a don León) a tutta la Zona, ha convocato i volontari delle Mci per domenica 5 marzo alla “Giornata di spiritualità dei laici”, che si terrà presso lo Jugendheim di Moers/Asberg (Bonifatiusstr. 100), con inizio alle 10,00 (lodi e s. Messa). Dopo una riflessione su “Quale è oggi il ruolo dei laici nelle chiese Europee? In particolare dei laici migranti?“, avranno luogo le votazioni per designare i tre laici che parteciparenno all’elezione del rappresentante dei volontari nel Consiglio di Delegazione. Un pranzo comunitario al sacco concluderà l’incontro. Si spera che tutte le Comunità possano essere presenti almeno con un rappresentante a questo significativo appuntamento, che non è solo di carattere formativo ed elettivo: permette ai partecipanti di conoscersi meglio, di dialogare e di contribuire alla rappresentanza dei laici nel Consiglio di Delegazione. 

Zona Centro: incontro dei laici domenica 12 marzo – “La famiglia in cammino con Dio”: è il tema dell’incontro dei laici della Zona Centro, che avrà luogo domenica 12 marzo presso la MCI di Dreieich. Si inizia alle 10,00 con la recita delle lodi. Segue la catechesi tenuta da don Giuseppe Principali. Testimonianze di coppie e laboratori di gruppo sono altri momenti che occuperanno la mattinata. Dopo il pranzo in Missione, la ripresa dei lavori prevede un breve resoconto dei risultati del mattino più alcune altre attività, cui seguono l’adorazione e le confessioni. La Santa messa, con il rinnovo delle promesse battesimali, concluderà questa giornata di formazione per i membri dei Consigli pastorali, i collaboratori volontari delle Comunità e quanti desiderano avere un momento di spiritualità. Il costo di partecipazione ammonta a 5 euro per il pranzo. Le iscrizioni vanno fatte entro il 9 marzo presso il Delegato di Zona Georg Feller, al numero 06172  25417. Le coppie con bimbi non si devono preoccupare: sarà attivo anche un servizio di Baby Sitter!

Mönchengladbach: la Missione ha festeggiato i 40 anni. Prima con la celebrazione eucaristica nella Chiesa St. Vitus, presieduta dal delegato e concelebrata con don Renzi ed il parroco del luogo, accompagnata musicalmente dalla chitarra del diacono Georg Strüder, poi con la festa nei locali della parrocchia, la Missione di Mönchengladbach sabato 11 febbraio ha festeggiato i 40 anni dalla sua erezione canonica, avvenuta il 28 gennaio 1977 ad opera del vescovo mons. Hemmerle. Affidata subito alla guida di don Salvatore de Luca (presente in zona già dal 1963), viene succesivamente retta (dal 1978 al 1986) dal salesiano don Elio Lago. Al suo rientro in Italia, nel 1986, non avendo l’Isituto altri sacerdoti da mandare ed essendo il numero dei connazionali passato dai 3.500 del 1978 a 1.400, la Missione viene accorpata a quella di Krefeld. In una recente scheda alla diocesi, vengono descritte alcune delle attività in corso: messa italiana ogni seconda e quarta domenica, prove del Coro ogni martedì, incontri regolari del Gruppo di S. Antonio di Padova ogni mercoledì sera e del Gruppo Famiglie ogni venerdì sera, ora biblica al primo sabato del mese, Kaffeetrinken dopo le liturgie a cura del Gruppo Donne, molte iniziative con la parrocchia tedesca e ottima collaborazione con le Suore Steyler. Auguri. 

Deceduto don Vecellio Bernardi, ex missionario a Esslingen – All’età di 93 anni, è deceduto sabato 18 febbraio don Vecellio Bernardi, Missionario a Esslingen dal 1 agosto 1967 fino all’ottobre del 1996, quando per motivi di salute fece rientro nella sua diocesi di Vittorio Veneto. Giunto in Germania nel gennaio del 1966, e subito operativo nella diocesi di Rottenburg/Stuttgart, ha dedicato oltre 30 anni a servizio dei connazionali qui residenti. Originario di Revine Lago (Treviso), dov’era nato il 6.12.1923, era stato ordinato sacerdote il 17 giugno 1951, nella cattedrale di Vittorio Veneto. Prima di venire in Germania aveva esercitato il suo ministero sacerdotale  come vicario in diversi paesi e come parroco a Saccon di San Vendemiano. Il funerale di don Vecellio ha avuto luogo giovedì 23 febbraio, presieduto dal vescovo diocesano mons. Corrado Pizziolo, che nell’omelia ha letto il messaggio della Delegazione. La salma è stata tumulata nella tomba di famiglia nel cimitero di Revine. Presenti per la Germania un gruppo della Comunità di Esslingen, don Gilberti (Ulm/Neu-Ulm) e mons. Betelli (pensionato). A don Vecellio va il nostro grazie per il lavoro pastorale qui svolto e la nostra preghiera perchè goda il riposo eterno nella casa del Padre.

Deceduto p. Amedeo Paolino, ex missionario a Göteborg (Svezia) – È deceduto il 23 febbraio a Napoli, dove sabato 25 si sono poi svolti anche i funerali, p. Amedeo Paolino, per 34 anni missionario della Comunità Italiana di Göteburg (Svezia). Nato a Marzano Appio (Caserta) nel 1924, era stato ordinato sacerdote nel 1957. Dopo diverse esperienze nell’Istituto, agli inizi del 1970 inizia il suo lavoro pastorale a Göteborg, dove resterà fino all’Epifania del 2005, “svolgendo un costante lavoro di accompagnamento e formazione, in condizioni non sempre favoravoli – scrive mons. Ridolfi nel necrologio -. Conoscitore di lingue, ha allargato la sua attività anche alla locale comunità spagnola e stabilito un proficuo dialogo con svedesi protestanti, rimuovendo pregiudizi ed accostandoli alla Chiesa di Roma. Ha dotato la Missione di una buona biblioteca favorendo la cultura dei migranti. Ed è anche riuscito ad ottenere in uso gratuito un terreno per costruirvi una cappella dedicata a San Giuseppe e benedetta dal vescovo di Stoccolma mons. Brandeburg il 1° Maggio 1983. Una cappella che era divenuta l’orgoglio della comunità italiana e che poi un incendio ha distrutto. Ma p. Paolino – continua mons. Ridolfi – era già rientrato presso la sua Congreagzione a Napoli, causa l’età avanzata e la salute malferma”. A Göteborg gli italiani lo ricordano per la sua vita di povertà e di vicinanza alle tante sofferenze e povertà della gente. Partecipava volentieri ai nostri Convegni Nazionali, dove prendeva puntualmente la parola per aggiornarci sul suo lavoro in Svezia. Lo affidiamo al Signore nella preghiera.

Chiudo segnalando che dal primo gennaio del 2017 Flavia Vezzaro è la nuova Collaboratrice Pastorale della Missione di Wuppertal: viene direttamente dalla diocesi di Padova. Benvenuta e buon lavoro. Il superiore provinciale degli Scalabriniani P. Gianni Borin mi comunica che p. Vincenzo Tomaiuoli potrà rimane alla Mci di Wiesbaden anche per tutto l’anno pastorale 2017-2018. Ricordo agli iscritti agli Esercizi di portare la Bibbia ed ai sacerdoti che volessero concelebrare camice e stola (viola). Le Mci che vanno a Lourdes, trovano in allegato il programa dei momenti comuni ed i rispettivi canti per le liturgie.

Rinnovo gli auguri di una Quaresima proficua e porgo cari saluti.

p. Tobia Bassanelli, Delegato 

Deutsche Bischofskonferenz
Chiesa Cattolica Italiana
Bistums Limburg
Corriere d'Italia